Palazzolo, 1,5 chili di hashish in macchina: arrestato marocchino

0

Si è conclusa con due arresti e con il sequestro di un 1,5 kg di hashish un’operazione della Polizia Locale di Palazzolo sull’Oglio condotta martedì 11 novembre. Nel corso di una regolare attività di controllo del territorio, una pattuglia della Locale, che era in servizio attorno alle 18 nel quartiere di San Giuseppe, ha notato la presenza, a bordo di una Alfa Romeo 147 grigia, di due stranieri già noti agli Uffici per precedenti. I due agenti hanno quindi fermato il veicolo lungo via Leonacavallo e richiesto l’intervento di una seconda pattuglia di supporto, che li ha raggiunti in pochi minuti. Concluso il controllo dei documenti, notando uno stato di agitazione sospetto dei fermati, gli agenti hanno perquisito il veicolo, dove, nascosti nell’abitacolo, sono stati rinvenuti 140 ovuli contenenti hashish. I due stranieri, entrambi di origini marocchine, con precedenti penali per reati vari, e regolari sul territorio (E.M., classe 1980, residente a Palazzolo e M.A., classe 1975, residente a Castrezzato), sono stati quindi arrestati, accompagnati in Questura, a Brescia, per l’identificazione e da lì nel carcere di Canton Mombello. Il conducente della vettura, residente a Castrezzato, è stato poi ritenuto estraneo alla vicenda, mentre è rimasto in carcere il passeggero, residente a Palazzolo.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Cosa ci fanno sul suolo Italiano due marocchini già noti alle forze dell'Ordine ???? Qual è l'Organo competente che rilascia regolare permesso di soggiorno a due marocchini già noti alle forze dell'Ordine ???? Che meriti avevano costoro per ottenere tale permesso ???? Come si mantenevano ufficialmente questi galantuomini ???? Cosa dovrà succedere ancora prima che noi smettiamo di spendere i soldi delle nostre tasse per far vivere, in prigione o fuori, questi delinquenti ? BASTA !!! SIAMO TUTTI TROPPO TROPPO TROPPO STANCHI DI QUESTO SCHIFO !!! Cominciano ad insorgere le periferie delle nostre grandi città …nei "palazzi" si rendono conto di ciò che succederà a breve ?

  2. Un'ultima domanda : com'è che gli agenti, terminato il regolare controllo dei documenti e notando un' agitazione sospetta dei due, perquisiscono e trovano la droga ….E POI… il conducente viene rilasciato perché ritenuto estraneo all'accaduto ???? Anche lui era in preda ad agitazione sospetta, ma forse gli scappava solo la pipì !!!!

  3. Bravo lettore che dice delle cose sensate !!! Vedo che lei ancora battaglia ! Io invece non ho più voce x protestare contro le solite illegalità , contro questi immigratis che delinquono e rimangono sul nostro povero suolo italiano !!! Purtroppo vedo che l'Italia comincia ad insorgere anche x questi fatti , aspettiamoci di peggio

  4. NON CAPISCO , UN CONTO è AVERE L’IMMIGRAZIONE CHE LAVORA E PRODUCE , UN ALTRO CONTO AVERE PIU’ DI UN MILIONE DI CLANDESTINI PREGIUDICATI CHE LIBERAMENTE STANNO ANCORA QUA’ A DELINQUERE !
    QUESTA GENTE NON LA VOGLIAMO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    IMMIGRAZIONE E CLANDESTINI , LA DIFFERENZA E’ QUESTA ! IN GERMANIA NN CI SONO CLANDESTINI PREGIUDICATI XKE’ LI ALLONTANANO, IDEM IN AUSTRA, FRANCIA, SPAGNA ETC ETC…….RIPETO , CLANDESTINI PREGIUDICATI VIA DA QUA’ , SBATTUTI FUORI E VIVREMO MEGLIO !!!!!!

  5. Dal nostro Codice Penale, art.99: "In nessun caso l’aumento di pena per effetto della recidiva può superare il cumulo delle pene risultante dalle condanne precedenti alla commissione del nuovo reato." Dunque, la recidiva (già di molto ridotta) in Italia colpirebbe sì proprio chi commette più reati e dello stesso tipo ed a breve distanza di tempo, ma ad un certo punto…non ti punisce più aggravandoti la pena da scontare perchè hai raggiunto una sorta di "tetto massimo". E vi chiedete ancora perchè chi emigra delibertamente per delinquere scelga proprio l’Italia ? E poi pensate a cosa è stato fatto in Parlamento negli ultimi vent’anni per avere sanzioni penali più severe che fungessero da deterrrente e quindi tirate le somme sul garantismo peloso e il buonismo ideologico.

  6. invece esistono tantissimi marocchini che lavorano onestamente in questo paese… magari meglio di tantissimi italiani
    la criminalità non ha origini. allora "tutti gli italiani sono mafiosi" visto quello che hanno fatto in america tempo fa e quello che stanno faccendo in italia al giorno d’oggi? dire che "NON ESISTE MAROCCHINO CHE NON SPACCI" e il massimo dell’IGNORANZA… IGNORANZA cieca.

  7. Chi emigra per delinquere sceglie tendenzialmente e preferibilmente l’Italia: il perchè è stato più volte chiaramente spiegato ed è un problema tutto italiano, cioè del suo Codice Penale e del suo Codice di Procedura penale. E’ un problema di chi fa le leggi in Italia, non è un problema degli immigrati. Ci siamo capiti ?

  8. Italiani: pizza, mandolino e mafia è sinonimo di quelli che si chiamano Gennaro,Salvatore,Ca logero and company.Non è colpa mia se all’estero anche se c’è anche qualche criminale lombardo, veneto, emiliano, sudtirolese, cimbro, occitano, walser, ecc……il problema è che sono quasi tutti meridions. Il problema è che hanno meridionalizzato (nel male) tutto ciò che è pubblico. Il problema dei marocchini che delinquono è che non riusciamo a rimandarli al loro paese perché ci sono molti collaborazionisti che li difendono a prescindere. Ad Agadir se ti comporti male sai benissimo la fine che fai. Inoltre che vi accomuna ai meridions è la levantinità, la sclatrezza, ecc. Non ci resta che perire o reagire.

LEAVE A REPLY