Morte del 17enne, in cella l’automobilista: guidava ubriaco

16

Mentre familiari ed amici, affranti, non smettono di piangere davanti alla salma, ancora esposta presso la camera mortuaria dell’ospedale di Esine, ci sono importanti novità per quanto riguarda le indagini condotte dalla Polstrada. L’uomo che era alla guida della Fiat Uno contro la quale si è schiantato lo scooter di Damiano Pedri è stato arrestato e portato in carcere con l’accusa di omicidio colposo aggravato. Al momento dell’incidente infatti è stato appurato che era ubriaco.

L’uomo, un 37enne residente a Pisogne, in auto col fratello nella notte di sabato, già in passato era stato trovato alla guida con un tasso alcolemico eccessivo, motivo per il quale già gli era stata ritirata la patente. Resta per la verità ancora da chiarire la dinamica esatta dello scontro con il motorino del 17enne di Piancamuno, avvenuto sotto una pioggia battente alle due di notte, ma certamente il fatto che l’automobilista fosse ubriaco non migliora la sua posizione. 

L’autopsia della salma di Damiano sarà eseguita con ogni probabilità già stamane, poi il feretro potrà raggiungere la sua abitazione nella frazione della Beata di Piancamuno. Ancora da fissare la data del funerale.
(a.c.)

Comments

comments

16 COMMENTS

  1. "L’uomo, un 37enne residente a Pisogne, in auto col fratello nella notte di sabato, già in passato era stato trovato alla guida con un tasso alcolemico eccessivo"…C’E’ DA AGGIUNGERE ALTRO????

  2. Peccato che non sia extracomunitario vero stronzi razzisti. Se lo fosse stato avremmo trovato decine di commenti, a voi non ve ne frega niente di un diciassettenne morto. Riposa in pace ragazzo.

  3. Volendo sfottere i soliti razzistelli ignoranti che scrivono "risorse" quando i reati sono commessi da stranieri, potrei in questo caso – e in molti altri – scrivere "ORGOGLIO NAZIONALE" o "ITALIANI BRAVA GENTE". Invece, siccome dietro a queste notizie (così come quelle che coinvolgono cittadini stranieri) ci sono storie di sofferenza e dolore, non lo farò.

  4. Da dove nasce tutto il vostro rancore contro gli italiani? Fatevene una ragione: gli Italiani vivono, per la maggior parte, in Italia.

  5. E se me lo dice lei… Nei post precedenti ho dimenticato di esprimere le mie sincere condoglianze alla famiglia del povero ragazzo: lo faccio adesso.

  6. Un bel tacer non fu mai scritto…………s e il camuno ce lo dobbiamo tenere (in carcere, ecc) perché E’ a casa sua, la RISORSA bacata è bene espellerla: altrimenti tutte le mele del cesto marciranno. E guardandomi in giro di mele bacate se ne vedono parecchie.

  7. Discutere in un articolo come questo di razzismo/antirazzism o è solo ignobile (parlo in generale..), sarebbe opportuno solo fermarsi e porgere le condoglianze alla famiglia per una vita finita così presto. Il colpevole aveva (gdb dixit) il tasso alcolemico 5 volte oltre il limite, nero o bianco che sia deve pagare. Punto. Non è consolante che sia italiano o meno, non credo che ai parenti gliene freghi molto se si tratti di camuno o pakistano. Si dovrebbe avere almeno rispetto per i morti, io porgo le mie più vive condoglianze ai familiari , con la speranza che possano elaborare quanto prima questo straziante lutto.

  8. Quoto ACAO. NOn si può speculare, come purtroppo succede troppo spesso, per fini di propaganda politica sulla etnia dei colpevoli. Riposa in pace povero ragazzo, in paradiso dove sei ora non si guarda il coloro della pelle. Un abbraccio ai familiari.

  9. Ovviamente non possiamo conoscere la dinamica dell’incidente, ma se la responsabilità fosse del povero ragazzo, perché accanirsi contro l’automobilista? Certo, se fosse colpevole dello scontro avere superato i limiti di alcolemia sarebbe un’aggravante, ma se fosse innocente?

LEAVE A REPLY