Sul Palaeib tra Rolfi e Del Bono volano “schiaffi” virtuali

0

“Palaeib, tutte le aziende in lizza per il nuovo palazzetto dello sport non sono bresciane. E’ così che il comune di Brescia aiuta le nostre imprese?”. La provocazione è stata lanciata questa mattina dal consigliere regionale della Lega Nord Fabio Rolfi, sulla sua pagina Facebook e non è passato molto tempo prima che si trasformasse in un accesso botta e risposta tra l’ex vicesindaco e l’attuale sindaco Del Bono.

Di seguito il botta e risposta virtuale tra i due:

DEL BONO: Il bando di gara è della immobiliare fiera (Camera di commercio). E i parametri sono pubblici. Vuoi suggerire qualche illegalità signor Rolfi ? O vuoi dire che la Camera di Commercio non difende i propri associati?. Su meno propaganda e più impegno per Brescia in Regione

ROLFI: No sua maestà del Bono semplicemente segnalare che le imprese bresciane sono escluse perché non riescono a partecipare a quelle condizioni economiche come hanno pubblicamente dichiarato. Chissà perché quelle di altre regioni si. Sono più competitive ?

DEL BONO: Rispondi anche tu alla tua domanda visto che devi aiutare le imprese bresciane in Regione. E quindi nello specifico (la gara) il comune non c’entra direttamente. Commentare in modo informato e corretto è un dovere per un amministratore serio.

ROLFI: Non scrivere sciocchezze sindaco non sono nato ieri, il bando sarà pure formalmente dell’immobiliare ma il comune, in questa operazione, ha voce in capitolo eccome. E non si tratta di violare la legge ma capire, anche in collaborazione con il mondo delle imprese, come costruire operazioni legittime che una volta tanto possano offrire opportunità alle nostre imprese. Altrimenti ancor una volta una delle poche grandi opere in città saranno realizzate da imprese di altre regioni. p.s. noi in regione aiutiamo le imprese ogni giorno erogando tramite bandi risorse ed opportunità. Ti inserirò nella mia mailing list così avrai modo di conoscerli, anzi un amministratore serio dovrebbe già conoscerli.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Mi sembra la discussione tra due persone che vivono con la testa nel palazzo e non sanno confrontarsi con la gente. Le aziende se non hanno partecipato è perché non riescono a sostenere i prezzi imposti dal progetto. Finchè i bandi saranno costruiti con la logica del miglir offerente a fronte del minor prezzo ce ne saranno pochi di bresciani che spenderanno tempo e soldi per parteciparvi. Pensateci, amministratori

  2. Il problema è proprio questo: prima quelli adesso questo … sbattono le questioni di qua e di là e non cambia niente!!! Smettete di chiacchierare o scrivere su FB … agite!!!!!!!!!

  3. Emilio, lascia perdere il Palazzetto, le discussioni e Facebook: occhio severo al bilancio ed agli assestamenti "forzati" che si leggono spulciandolo qua e là per tentare di turare la voragine finanziaria del Metrobus. Tra le entrate previste ci sono ancora i 70 milioni di euro da portare a casa con le presunte dismissioni di partcipazioni. Guardiamo alle priorità, per cortesia, diamoci da fare.

LEAVE A REPLY