Night club bresciani, sentono la crisi ma arrivano fino a 1000 ingressi a settimana

0

I night club bresciani, nonostante la crisi, tengono botta. E non si tratta di club fuori legge, ma di locali con tutte le licenze del caso che assolvono i desideri legali del proibito. A confermare il fatto che i night non passano di moda sono due proprietari bresciani che il Corsera ha intervistato. Entrambi confermano che  che comunque c’è stato un calo del 60% nei loro introiti, ma che i clienti non mancano: i night-club degli intervistati fanno, rispettivamente, 1000 e 450 ingressi a settimana. Entrambi possiedono la licenza C per offrire spettacoli pornografici, licenza che costa circa 20.000 euro, e hanno dipendenti regolarizzati e assunti. Le ragazze, prevalentemente rumene, sono assunte come bariste e guadagnano poi 2 euro per ogni consumazione del cliente e 25 euro per ogni privé. Secondo i dati riportati dal Corsera i club regolari a Brescia sono solo quattro, mentre gli altri sarebbero "circoli privati". 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Di pelati, obesi e sovrappeso, brutti come la fame e quindi non hanno fidanzata, ce ne sono! Quindi mai ci sarà crisi per quei locali che giustamente lucrano su tali soggetti!!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome