Frana Campione del Garda, sopralluogo Rolfi e Bordonali: troveremo una soluzione

0
Bsnews whatsapp

"Le criticità sono state monitorate costantemente in questa settimana, ma ritenevamo comunque importante essere qui, anche far sentire la vicinanza della Regione ai cittadini di Campione del Garda e Tremosine. Comprendiamo l’apprensione del sindaco e dei residenti; lavoreremo insieme per trovare una soluzione al problema". Lo ha detto l’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia Simona Bordonali che assieme al consigliere regionale Fabio Rolfi ha effettuato questa mattina un sopralluogo nei pressi della frana di Campione del Garda, a Tremosine (Bs) dove mercoledì 19 novembre si è verificato un crollo della parete rocciosa con volumi registrati di circa 20.000 metri cubi.

"La Regione Lombardia – spiega l’assessore Bordonali – sta verificando la situazione: la necessità primaria è quella di liberare il torrente San Michele dai detriti. In caso di piogge intense infatti si potrebbero verificare delle esondazioni nei pressi del centro abitato. Il primo intervento consisterà dunque nel rimuovere almeno 5.000 metri cubi di detriti. Ora stiamo effettuando le verifiche tecniche, ma trattandosi di un intervento di somma urgenza, sarà la Regione a finanziarlo, anche perché conosciamo le problematiche economiche dei Comuni, strangolati dai tagli imposti dal Governo e da un patto di stabilità sempre più demenziale. Valutiamo i dettagli, ma sembra che l’investimento si possa aggirare intorno a 120.000 di euro. Stiamo ragionando – ha spiegato – sull’installazione di apparecchiature specifiche per capire i movimenti della frana e prevenire altre problematiche".

"Durante questa visita – hanno detto l’assessore e il consigliere – abbiamo anche voluto congratularci con il sindaco e l’amministrazione comunale per come hanno gestito l’emergenza, grazie a un gruppo di Protezione civile estremamente efficiente e preparato".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Si sono informati Rolfi e la Bordonali sul perchè, quando già nel 2013 la Gurdia di Finanza, per ordine della magistratura, pose i sigilli alle 300 unità immobiliari che avevano trasformato il volto originario e storico della frazione lacustre (mezza Campione era stata prima rasa al suolo), si parlasse anche di "rischi per l’incolumità" ? E poi, sarà vero che i Comuni oggi non hanno i soldi per interventire sull’ambiente, ma nel caso specifico quante milionate di euro si sono incassati per l’urbanizzazione ? E quanti affari edilizi privati sono fioriti come primule ad aprile in quel di Tremosine, comune che oggi piange e si preoccupa giustamente ? Ed infine, i detriti nel torrente San Michele da rinuovere sono come il problema di somministrare delle aspirine ad un malato terminale. Come sempre: la sicurezza e l’ambiente a valle, gli affari a monte…

  2. Dove si sono rifugiate le famiglie evacuate ? Da parenti ed amici…eh già , noi dobbiamo tenere gli alberghi pronti a ricevere i nostri fratelli migranti, ops, profughi…salvo poi scoprire che sono solo sanguisughe !!!

RISPONDI