Depenalizzazione reati, Rinaldi (Lega): Brescia oasi per delinquenti

0

“Il Governo Renzi – afferma Matteo Rinaldi, segretario cittadino della Lega Nord di Brescia commentando le misure in uscita dal Consiglio dei ministri – ha deciso di affrontare la questione sicurezza depenalizzando reati come il furto, l’occupazione e la violenza privata. Se guardiamo questa decisione nell’ottica dell’innegabile aumento della criminalità a Brescia è facile dedurre le conseguenze disastrose a cui andiamo incontro.”

“La nostra città, e molte altre in cui i crimini sono in aumento, rischiano di trasformarsi in oasi felici per chi ha scelto la via della delinquenza e dell’illegalità. Come Lega Nord non possiamo che ritrovarci al 100% nelle parole del nostro Segretario federale, Matteo Salvini, che ha annunciato battaglia contro questo provvedimento vergognoso e iniquo nei confronti della gente che vive rispettando le regole della convivenza civile.”

“Per questa ragione, nei prossimi giorni, metteremo in campo iniziative a livello cittadino per sensibilizzare i bresciani e protestare contro una decisione indegna le cui conseguenze – chiosa Matteo Rinaldi – ricadranno in primo luogo sulle spalle dei nostri cittadini.”

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Le depenalizzazioni, le sanatorie ed i condoni di massa sino al 2010 sono stati votati in Parlamento dalla Lega "di Governo" quando sedeva a fianco di Berlusconi ed assecondava il falso garantismo portatore di illegalità e facilitatore di quel diffuso clima di impunità che ha indotto molti stranieri intenzionati a delinquere a privilegiare il nostro Paese. Ma la memoria degli italiani in politica è notoriamente come quella dei pesci rossi: dura circa due giorni.

  2. stradivarius,lei ha certamente ragione,ma il fatto che in passato siano stati commessi errori,credo ,non dovrebbe comportare la recidiva degli stessi,abbia pazienza,qui a furia di depenalizzazioni,va a finire che in galera metteranno chi la legge la rispetta………

  3. E le preciserei caro stradivarius che ho letto tonnellate di chicchiere contro la depenalizzazione del falso in bilancio c.d "lieve", ma temo che pochissimi abbiano letto la Norma. La legge 61 prevede infatti che la punibilità del reato di false comunicazioni sociali è esclusa quando le falsità o le omissioni non alterano in modo sensibile la rappresentazione della situazione economica, patrimoniale o finanziaria della società (o del gruppo cui appartiene), ed è comunque esclusa se le falsità o le omissioni determinano una variazione del risultato economico di esercizio, al lordo delle imposte non superiore al 5%; oppure una variazione del patrimonio netto non superiore al 1%.
    E mi permetta, se nel 2007 prima della crisi ho comprato un immobile a 1 milione di euro, e adesso alla luce del calo dei prezzi lo svaluto a 800.000.= (anche se magari oggi non si vende neanche a 600.000). Mi viene contestata questa valutazione, e quindi chi controlla ritiene che sia tuttora congruo il valore di 1 milione (casi che succedono). Secondo Lei esiste il falso in bilancio? I bilanci devono rappresentare la situazione vera dell’azienda e i valori devono esprimere il probabile importo di realizzo degli stessi. Mettere un limite minimo non è affatto uno scandalo, altrimenti sulla base delle diverse valutazioni si rischia di dover sanzionare tutte le aziende.

  4. Parlando in maniera diciamo spicciola , togliere la punibilità x reati comuni e' assolutamente una vigliaccata x noi comuni mortali che non abbiamo fuori di casa la scorta !!!! La lega in passato ha sicuramente sbagliato ma ora è' L'UNICO partito che cerca di dare delle regole precise e delle leggi x difendere gli ITALIANI !!! Sapete cosa vi dico ??? Sono talmente esasperato che la voterò !!!! Bisogna provare .Tanto è' tutto uno schifo !!!!

  5. Restiamo ai fatti: la depenalizzazione del reato di falso in bilancio è stata votata in Parlamento (anche dalla Lega Nord, lo ricordo) per salvare Berlusconi in procedimenti "chiave" a suo carico, dai quali è stato appunto assolto perchè il fatto non costituiva più reato. Ma le conseguenze sono state devastanti perchè partendo da quel reato si scoperchiò Tangentopoli, mentre la depenalizzaizone (con le specifiche di dettaglio) ha spalancato le porte a corruzione più ampia e nefandezze di ogni genere non solo societarie, non solo contabili ed amministrative, ma finalizzate a rendere deliberatamenteanco più opachi gran parte dei bilanci a danno degli azionisti e dei soci, soprattutto piccoli e non di riferimento. Le ferite dell’era berlusconiana sono tante e difficili da rimarginare e la Lega Nord è corresponsabile di tanti guasti portati nel sistema economico e sociale del Paese. Alla faccia dell’operazione di rivergination nazionalista in atto sotto la guida di Salvini, l’ennesimo mestierante politico che solo quello ha fatto nella vita ed animato da un un’unico intento: il consenso elettorale, costi quello che costi. Matteo contro Matteo, bella prospettiva, mentre l’Amministrazione Comunale di Roma, capitale d’Italia, potrebbe essere commisssariata per mafia…Sveglia !

  6. Troppo comodo fare campagna elettorale adesso visto a che avete contribuito non poco a questa situazione in vent'anni di governo . Andate a cagare.

LEAVE A REPLY