Toscolano Maderno chiede al Fisco di sospendere gli studi di settore per mancati introiti

0

Un’estate all’insegna del maltempo, della pioggia, e dei conseguenti mancati introiti turistici, ha messo in ginocchio il Comune di Toscolano Maderno che oggi, attraverso il suo primo cittadino, chiede la sospensione degli studi di settore riferiti al 2014 per le imprese turistiche attraverso una fiscalità proporzionata all’attività realmente svolta. 

A peggiorare ulteriormente la già disastrosa stagione turistica, a settembre sulla cittadina benacense si sono abbattuti due violenti nubifragi che, oltre ad aver allagato il museo della carta, hanno causato diversi danni ad abitazioni private ed esercizi commerciali, rendendo ancora più precaria la loro situazione economica.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. concordo con il primo cittadino,ma penbso che come risposta ricevera’ un silenzio assordante,vedasi terremotati emiliani ed alluvionati genovesi

  2. Sono sicuro che la causa principale sia stata il maltempo, ma c’è anche da dire che hanno messo il costo orario a un euro all ora e che hanno eliminato tutti i parcheggi liberi in TUTTO il comune, se lasci la macchina parcheggiata te la ritrovi rigata da vandali o da trasandati che cercano di rubartela, pagando 8 euro per non avere nessun servizio, e stiamo parlando di Toscolano Maderno, mica di Sirmione, questo comune (dove abito durante il periodo estivo) si mette in ginocchio da solo con politiche sbagliate e una giunta comunale che nei diversi anni è impegnata a fare piaceri ai soliti noti, e sto parlando di cose serie, abusi edilizi e peggio.

  3. Altro Comune simbolo della cementificazione inutile e selvaggia, fino a pochi anni fa un vero e proprio gioiello paesaggistico, che oggi non si guarda allo specchio per dichiararsi responsabile dei propri errori.

LEAVE A REPLY