Volley, per la Tempini Brescia una vittoria che vale il terzo posto

0

È inarrestabile questa Tempini Brescia che, nell’ottava giornata di campionato di serie B2, concede solamente un set alla forte Akomag Busseto Parma superandola in classifica e posizionandosi nella zona play off al terzo posto a quota 16 punti, staccata di uno solo dai cugini monteclarensi.

Salgono quindi a sei le vittorie stagionali, di cui cinque consecutive.

Come è spesso accaduto però, la squadra bresciana mostra le vere proprie capacità solamente nel primo parziale nel quale ha letteralmente annullato gli avversari, mentre negli altri ha subito tanto ma ha anche evidenziato grande carattere e forza di volontà che le hanno permesso di ribaltare il risultato più volte. A giustificare il calo del gioco ci sono i problemi fisici che per tutta la settimana hanno afflitto vari giocatori, scesi comunque in campo per offrire il proprio contributo.

Tutti disponibili quindi per questa sfida che, come si era pronosticato, è risultata veramente difficile. In campo, per il primo parziale, coach Zappa schiera capitan Rachtian al palleggio, Fraccaro e Indiani al centro, Rinaldi opposto con Zoadelli libero e Crotti-Fava sulla diagonale di posto quattro.  È la Tempini a passare in vantaggio al primo tempo tecnico con il punteggio di 8-6; vantaggio che viene costantemente incrementato e porta il tabellino a segnare prima 11-8 e poi 16-10. Busseto è in difficoltà: fatica a tenere il ritmo azzanese e specialmente i potenti attacchi che non gli permettono di costruire il gioco offensivo.  Non ci sono schemi che tengano; per loro è diventata una vera caccia al pallone. Il pallonetto di seconda di De Biasi e il mani-fuori di Rinaldi chiudono il set 25-16.

Buona partenza dei bresciani nel secondo parziale che staccano gli ospiti sul 5-3. il tutto dura poco però perché i ragazzi del presidente Gogna subiscono un black-out che permette a Busseto di recuperare e farsi avanti. Le insidiosissime battute di Lupi ribaltano il set: ora è l’Akomag a comandare e a doppiare i bresciani sul 6-12. Zappa inserisce Tononi per Fava provando a rafforzare la ricezione ma i parmensi continuano a sfruttare il loro punto di forza, ovvero la battuta che non solo è potente ma è anche più volte fortunata. La Tempini è costretta a cedere 17-25.

Ancora un buon avvio di Rachtian e compagni che nel terzo set si portano subito sul 10-4. Poi gli ospiti sembrano rientrare mentalmente in partita e il match si infiamma. I parmensi sono su ogni pallone: la loro percentuale a muro migliora e contemporaneamente quella dei bresciani in attacco cala. È una vera e propria lotta punto su punto fino a quando uno strepitoso e trascinante Indiani (18 punti finali per lui) , in cinque minuti mette a terra quattro palloni tra i quali anche quello decisivo per la chiusura del parziale sul 27-25.

L’equilibrio prosegue anche nel quarto ma solo fino all’8-8 quando la Tempini torna a giocare come si deve e stacca Busseto prima sul 16-13 poi 21-17. Gli ospiti confermano che se messi sotto pressione faticano a creare gioco e costruire azioni vincenti. E di questo sono bravi ad approfittarsene i padroni di casa  i quali, trascinati sempre più dal centrale di Castel Goffredo  e da Matteo Fava (17 i punti per lui) raggiungono il 24-22. A chiudere ci pensa poi Rinaldi ed è 25-23.

Al termine della sfida il presidente Gogna è soddisfatto dei tre punti, ma scontento della prestazione: “ Abbiamo giocato un primo parziale al limite della perfezione nel quale abbiamo annullato gli avversari. Poi c’è stato un brusco calo, ed abbiamo iniziato a subire il gioco avversario. La nota positiva, oltre ai tre punti ottenuti, ovviamente, riguarda il carattere e la mentalità vincente che nelle ultime partite ha continuato a caratterizzare questa squadra”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY