Errori sottoporta e due gol annullati: Brescia sconfitto anche a Vicenza

0

5 titolari assenti, tanta grinta e diverse occasioni. E’ stata una delle migliori partite dal campionato, ma non basta nemmeno per portare a casa un pareggio: il Brescia torna dal posticipo di Vicenza con un troppo pesante 2-0, dopo che negli ultimissimi istanti avrebbe potuto agguantare un pareggio che sarebbe stato certamente più giusto. Piove sul bagnato per le Rondinelle con l’ennesima sconfitta, immeritata, la sera prima di quella che sul fronte societario potrebbe rivelarsi una giornata decisiva, con possibile chiusura di trattativa per la cessione.

Senza Andrea e Antonio Caracciolo, Sodinha, Budel e Sestu, il Brescia scende in campo al Menti con la grinta e la velocità di Valotti e Morosini in attacco ad accompagnare Oliveira. La partita la facciamo noi, mettendo in difficoltà più volte gli avversari (reduci da tre vittorie e un pareggio, a ridosso della zona play-off). Già nel primo tempo le palle-gol le abbiamo, arriviamo davanti alla porta di Bremec ma poi sprechiamo fino a che subiamo il gol, al 35°, da Moretti che di testa insacca sugli sviluppi di un corner. Gli errori più clamorosi però li abbiamo nella ripresa. Due volte con Oliveira, la prima al 13° quando da due passi calcia malamente sul fondo un pallone respinto corto dopo il tiro di Bentivoglio, il secondo dieci minuti più tardi quando sull’uscita di Bremec cicca il destro dall’interno dell’area piccola, e una volta, clamorosa, con Di Cesare, a due minuti dalla fina, in pieno recupero, quando calcia debolmente a un passo dalla porta, facendosi respingere. Poco dopo arriva il definitivo, troppo pesante, 2-0, quando ancora le Rondinelle stanno protestando chiedendo un rigore per fallo sullo stesso Di Cesare.

A fine gara davanti ai microfoni si presenta, come dopo la gara di Coppa Italia, il ds Andrea Iaconi. Le sue parole sono riportate da Bresciaoggi: «Raccogliamo sempre meno di quel che proponiamo sul campo. Ancora una volta usciamo senza punti dopo una buona prestazione e ci rammarichiamo di nuovo per qualcosa in attesa che la palla vada dentro. Mi è sembrato ad esempio che ci fosse un calcio di rigore per noi, le immagini dicono che c’era. Il resto lo abbiamo fatto noi sbagliando i gol davanti alla porta. Quegli errori sono un nostro demerito».

Sulla domanda circa le possibili dimissioni, o l’esonero, di suo fratello Ivo: «Andarsene sarebbe la cosa più semplice. Pure io potrei andar via ma come mi giustificherei di fronte ai ragazzi? E’ questione di orgoglio e di onore. E poi, cambiereste mai allenatore con una squadra che gioca così? Io il patrimonio del gioco me lo tengo stretto. Un altro allenatore con sei ’95 in campo farebbe meglio? Se si cambierà la società analizzeremo la situazione tecnica, ma dare le dimissioni e fare i vigliacchi adesso non è da Ivo». 
(red.)

Clicca qui per vedere gol e highlight della partita: Vicenza-Brescia 2-0

CAMPIONATO SERIE B 2014/2015 – 17^ GIORNATA

Vicenza-Brescia 2-0

Marcatori: 35’p.t. Moretti (V), 50’s.t. Sbrissa (V).

VICENZA (4-3-3): Bremec, Sampirisi, Gentili, Brighenti, D’Elia, Sciacca, Moretti ( 25’s.t. Di Gennaro), Cinelli (Cap.), Laverone, Cocco, Giacomelli ( 34’s.t. Sbrissa)
A disposizione: Vigorito, El Hasni, Alhassan, Spiridonovic, Bartulovic, Lores Varela, Figliomeni.
Allenatore: Marino.

BRESCIA (4-3-2-1): Minelli, Zambelli (Cap.)(26’s.t. Coly), Lancini, Di Cesare, Scaglia (Vice Cap.), Bentivoglio, Ruben Olivera ( 42’s.t. Razzitti), Benali, Morosini ( 23’s.t. Corvia), H’Maidat, Valotti.
A disposizione: Arcari, Andrenacci, Ragnoli, Gargiulo, Quaggiotto, Cistana.
Allenatore: Ivo Iaconi.

Arbitro Sig. Davide GHERSINI di Genova
Assistenti Sig. Maurizio DE TROIA di Termoli e Sig. Matteo BOTTEGONI di Terni.
IV ufficiale Sig. Andrea MORREALE di Roma 1.

Ammonito: 9’p.t. Morosini (B), 12’p.t. Brighenti (V), 18’p.t. Gentili (V), 32’p.t. Olivera (B), 11’s.t. Scaglia (B).
Espulso: 39’s.t. Lancini (B) per somma di ammonizioni.

Angoli: 9 – 13
Recupero: 1’p.t. – 5’s.t.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Valotti e’ penoso non e’ assolurtamente pronto per la categoria. ieri come spesso accade si e’ mangiato l’impossibile. A fine stagione pesano questi errori. Ora con la penalita’ sicura di -5 siamo ULTIMI… sperando che lunedi prossimo paghini gli arretrati altrimenti se ne aggiungono altri -2!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Teniamo duro e continuiamo a lavorare sodo… Qs è l'unica ricetta per invertire la rotta… Il resto son solo chiacchiere..
    Da seduti davanti alla tv o allo stadio si fa presto a giudicare e sentenziare…
    SEMPR E FORZA BRESCIA… Ne usciremo più forti di prima…

  3. è l’unica ricetta, e fare piazza pulita di tutto e di tutti. per dieci anni si fa la spola tra Lega Pro e serie B, poi se ci sono le condizioni (e gli investitori) facciamo come l’Hellas Verona, ma con questa dirigenza non si va da nessuna parte… e se non ci sono gli investitori, pazienza, usciamo di scena.

LEAVE A REPLY