Differenziata, Brescia maglia nera. Due comuni su tre fermi al cassonetto

0

Due comuni su tre sono ancora fermi al cassonetto. Una circostanza che rende la provincia di Brescia la meno virtuosa in Lombardia. A dirlo sono i dati relativi all’anno 2013 diffusi di recente dall’ Osservatorio provinciale sui rifiuti.

Nel 2013 tuttavia è salita di tre punti percentuali la raccolta differenziata media nei 206 comuni bresciani, mentre la città riamne 12 punti percentuali sotto: ferma da anni a quota 38, soprattutto a causa della scelta strategica dell’inceneritore. Cresce anche il numero dei comuni che riciclano (61 hanno il porta a porta, 12 la calotta, 2 il sistema misto), ma i due terzi non hanno ancora raggiunto l’obbiettivo del 65% della differenziata previsto per il 2012.

I comuni più virtuosi che hanno superato l’ 80% di differenziata, come si legge su Corriere della Sera, sono: Castelcovati, Prevalle e Passirano. Seguono poi: Azzano Mella (79,8), Coccaglio (79,1), Fiesse (78,99), Gambara (78,42), Polaveno (78,4%), Bovezzo (77,99) e Cazzago San Martino (77,72). I comuni montani sono gli ultimi in classifica per difficoltà logistiche, ma producono meno immondizia. Ultimo posto a Collio con il 6,31 per cento di raccolta differenziata.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Penso che il porta a porta sia il modo più efficace per la raccolta differenziata ma alcuni comuni stanno ancora pensando quale sistema adottare,intanto il tempo passa….

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome