Maroni accontenta la Gelmini: fuori Cavalli dalla Giunta

0

Dopo una lunghissima giornata di incontri e telefonate incrociate, il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni ha diramato una nota con la quale spiega il mini-rimpasto di Giunta, il secondo del suo mandato in meno di due anni. Già nella giornata di oggi le decisioni verranno ufficializzate: Alessandro Sorte assessore alle Infrastrutture al posto di Alberto Cavalli; Fabrizio Sala assessore alla Casa, al posto di Paola Bulbarelli, mantenendo le deleghe all’Expo; Giulio Gallera sottosegretario per la Città metropolitana; Alessandro Fermi subentra a Maurizio del Tenno ai rapporti istituzionali.

Ecco la nota:

«Al termine della riunione di maggioranza, il presidente Roberto Maroni ha comunicato che è sua intenzione procedere all´avvicendamento all´interno di Forza Italia di quattro dei suoi rappresentanti nella Giunta, come richiesto ufficialmente in una nota dal capogruppo Claudio Pedrazzini e dal coordinatore Mariastella Gelmini. La nomina dei nuovi componenti della Giunta, che rimarrà invariata nel numero e nelle deleghe avverrà domani. Entreranno a far parte della Giunta: Alessandro Sorte, con le deleghe già attribuite ad Alberto Cavalli; Fabrizio Sala, che diventa assessore, assumendo le deleghe di Paola Bulbarelli e mantenendo quelle all´Expo; Giulio Gallera, come sottosegretario, al posto di Fabrizio Sala con il compito di seguire la nascita e lo sviluppo della Città metropolitana e Alessandro Fermi, sempre come sottosegretario al posto di Maurizio del Tenno, mantenendo le stesse deleghe. Il presidente ha ritenuto di poter procedere oggi stesso all´avvicendamento richiesto da Forza Italia, vista la decisione di attuare la legge Delrio lasciando sostanzialmente immutato il sistema delle competenze che la Regione ha trasferito negli anni alle Province, che manterranno quindi le deleghe attuali. Questa decisione sarà formalizzata nella prossima riunione di Giunta».
(red.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. ah, forse uno dei pochi seri lo fanno fuori.
    Ma maroni si fa ricattare ancora da quelli del Nuvo Centro Destra? hanno così tanti voti???? per tenerseli ancora in giunta????

  2. La Gelmini che fa fuori un bresciano per un bergamasco…. Rolfi non pervenuto… la Beccalossi che nn fiata perchè se non fanno fuori pure lei…. a complimenti…

  3. e per fortuna che dicono attenti al territorio ! Si al territorio discarica di brescia ?
    comunque nulla di nuovo il copione e’ sempre lo stesso ….. viva brescia

  4. A furia di rimpasti, esclusivamente per appetiti politici e non per competenze o professionalità, ci si ritroverà con una pagnotta finale che si brucerà nel forno: non si arriva alla fine della legislatura e Maroni resiste ormai in trincea sempre più logorato dal fuoco amico.

LEAVE A REPLY