Centri per l’impiego: assunzioni in leggero aumento. La Provincia punta tutto sul lavoro

0

Nonostante la legge sulle deleghe non sia ancora stata definita, nell’attesa la neoeletta “Provincia di Brescia non ha perso tempo e nei due mesi dall’insediamento ha continuato a portare avanti il progetto elettorale nei confronti dell’implementazione dei servizi e delle risorse umane nei centri per l’impiego – 13 in totale – che lavorano per trovare occupazione ai disoccupati della nostra provincia”, ha spiegato il consigliere provinciale Gianluigi Raineri. .

“Tutte le attività sono gestite attraverso il sistema informativo Sintesi che, sviluppato e mantenuto, fornisce anche supporto alle politiche attive del lavoro mediante monitoraggi sistematici – ha esordito il consigliere Paolo Pagani, che poi ha spiegato – In due mesi abbiamo potenziato la struttura del Settore Lavoro-Centri per l’impiego con 4 nuove persone, ma abbiamo anche progettato con il centro formativo Zanardelli un corso congiunto per la formazione del personale”. Inoltre, “si stanno realizzando due progetti di potenziamento dei servizi erogati dai Centri per l’impiego e dal collocamento mirato con particolare riferimento al sistema delle doti e all’inserimento lavorativo dei disabili (per una spesa di circa 60mila euro), oltre ad aver potenziato lo sportello online già attivo sul sito http://sintesi.provincia.brescia.it e ad aver rinnovato il protocollo d’intesa con gli uffici giudiziari e il Comune di Brescia per l’invio di lavoratori socialmente utili”.

Un lavoro che può essere sintetizzato guardando ai suoi numeri. La responsabile Servizi per l’impiego, Angelica Zamboni ha fatto sapere che “gli iscritti nell’elenco anagrafico dei Centri per l’impiego al 31 ottobre erano 140.420 di cui 128.619 disoccupati e 11.801”, ma anche che “le dichiarazioni di disponibilità al lavoro al 2 dicembre erano 58.504, mentre le richieste di personale da parte dei datori di lavoro pervenute ai Centri per l’impiego sono arrivate a 963, dando origine a oltre 10mila segnalazioni da parte dei Centri”.

 

In merito ai numeri dell’avviamento nel 2014, un dato significativo riguarda le persone domiciliate in provincia di Brescia che, dopo aver rilasciato una did, hanno trovato un avviamento: 20.666mila, di cui oltre 9mila donne e 11mila uomini. Per una fotografia generale dell’andamento del lavoro in provincia di Brescia bisogna prendere in considerazione i dati sulle comunicazioni obbligatorie dei datori di lavoro presenti nella banca dati dei Centri. Dai numeri si evince un leggero miglioramento nel numero delle assunzioni, 183.268 nel 2014 (rispetto ai 169.096mila del 2013) e un’altrettanta diminuzione delle cessazioni, passate dalle 96.212 dello scorso anno alle 94.781 del 2014.

 

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY