Uccide il cognato e lo mette nel bagagliaio: arrestato 48enne di Gottolengo

0

Il suo corpo è stato trovato lo scorso 6 dicembre nel bagagliaio di una macchina parcheggiata in una periferia a nord di Parma. La vittima era Giorgio Gobbi, un 43enne di Cremona. Le indagini, iniziate la scorsa settimana hanno portato ad una svolta: sarebbe infatti stato il cognato a ucciderlo, un 48enne di Gottolengo.

Il movente, scrive il Giornale di Brescia, i debiti di gioco che l’uomo ha pagato vendendo i gioielli e gli orologi della vittima. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, L.B., queste le iniziali dell’arrestato, avrebbe confessato l’omicidio.  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Chissà cosa dirà ora la spensierata. Se son stranieri sbraita, se sono italiani tace. Non riesce a capire che un crimine é un crimine. Punto.

  2. Non hai ancora capito???? Se questo delinquente è' italiano ce lo dobbiamo tenere e giustizia sia fatta, se fosse straniero non DEVE rimanere sul suolo italiano !!!! Ne abbiamo anche troppi di questi mostri !!!!!! Chi delinque FUORI!!!!!! Hai capito ??????????

  3. Tu quanti anni hai ? Nn ti ricordi quando le nostre prigioni ospitavano solo Italiani ? Non le abbiamo costruite quando i nostri fratelli migranti hanno iniziato a delinquere, quindi la tua osservazione mi sembra un po', giusto un po', fuori luogo. Diciamo invece che non avevamo bisogno di importare e MANTENERE delinquenti. Diciamolo e saremo onesti con noi stessi, con i nostri figli e con i nostri nipoti.

  4. Beh ma allora nn capisci !!! NN DIFENDO I CRIMINALI, HAI CAPITO ?? Nn voglio più criminali stranieri da mantenere perché ne abbiamo già dei nostri e dobbiamo tenerceli ! HAI CAPITO ???

  5. Beh ma allora nn capisci !!! NN DIFENDO I CRIMINALI, HAI CAPITO ?? Nn voglio più criminali stranieri da mantenere perché ne abbiamo già dei nostri e dobbiamo tenerceli ! HAI CAPITO ???

LEAVE A REPLY