Il Vice Sindaco Castelletti: sarò in piazza Vittoria con chi difende i diritti delle coppie lgtb

0

"Sabato prossimo non sarò in piazza Duomo con le “sentinelle in piedi“, quelle che non vogliono si riconosca il legame affettivo tra persone dello stesso sesso, ma sarò in piazza Vittoria con chi difende i diritti  delle coppie lgtb", così il Vicesindaco Laura Castelletti scrive nel suo blog in riferimento alle due manifestazioni che si svolgeranno domani 13 dicembre nelle due piazze principali di Brescia. La Castelletti si schiera con coloro che scenderanno in Piazza Vittoria e in un testo titolato "Se fossi stata lesbica" spiega perchè.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE

28 anni fa, era una giornata di dicembre identica a questa (cielo blu e luce bellissima), mi sono sposata. Fa un certo effetto pensare di aver condiviso praticamente una vita con la stessa persona, essermi addormentata e svegliata sempre con quella (beh, con gli orari non ci si becca molto), fatto due figlie, attraversato momenti emozionanti e bellissimi, incontrato come tutti difficoltà e situazioni complicate. E’ una sensazione piacevole potersi guardare indietro e pensare “è stato bello, lo rifarei, sposerei ancora lui”.

Mentre la giornata trascorre mi trovo ancora a riflettere e mi ronza nella testa lo stesso pensiero “sono eterosessuale, se fossi stata lesbica e avessi incontrato una donna da amare come tanti anni fa ho incontrato l’uomo che ho sposato, avrei voluto poter vivere nello stesso modo e avere gli stessi diritti”.

 Ecco perché sabato prossimo non sarò in piazza Duomo con le “sentinelle in piedi“, quelle che non vogliono si riconosca il legame affettivo tra persone dello stesso sesso, ma sarò in piazza Vittoria con chi difende i diritti  delle coppie lgtb, con chi crede che la scelta dell’amministrazione di aderire alla Rete READY sia stata una scelta giusta e opportuna.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Tutte chiacchiere al vento …..Se davvero stai da una certa parte fallo in giunta e non in piazza solo per fare spettacolo…Prova a dire al tuo sindaco che se non la pianta con il doppio gioco cominci a votargli contro ..Fatti , non parole.

  2. ma sai cosa gliene frega alla Castelletti delle coppie di fatto , con gli etero non prende piu’ voti e allora cerca di ruffianarsi gay e lesbiche ahaha ma non credo ci abboccheranno , ormai la sua lista e’ in fase calante .

  3. Siamo tornati all’epoca del fotoromanzo. Potremmo intitolarlo: ”Una storia di nessun interesse”.
    Tra sindaco e vicesindaco è come si suol dire : ”…som empiantacc sol gias…”. Oppure mi sbaglio, perché questa è cultura?

LEAVE A REPLY