La musica contro il silenzio: in piazza l’Arci gay Orlando e le Sentinelle in Piedi

0

(a.m.) La musica contro il silenzio, colori e bandiere contro libri aperti. Si è svolta ieri pomeriggio la manifestazione delle Sentinelle in Piedi bresciane che alle 17 si sono "erte", con un libro aperto e in silenzio, in Piazza Duomo, per la difesa della "famiglia tradizionale". Nello stesso tempo, partita alle 16, l’altra contromanifestazione ha popolato piazza Vittoria, organizzzata dall’Arci gay Orlando di Brescia che, per l’occasione, ha costruito un castello di cartone, il Castello dei Diritti, contro un passato medioevale che va assediato.

In Piazza Vittoria, insieme ai manifestanti e a Luca Trentini, Presidente dell’Orlando, c’erano alcuni rappresentanti delle istituzioni, come il vicesindaco Laura Castelletti (che aveva annunciato la sua partecipazione già nei giorni precedenti), e i parlamentari Vito Crimi e Miriam Cominelli. Presenti anche Mafalda Gritti, Fabrizio Benzoni e i Giovani democratici di Brescia. "La nostra è una manifestazione per, non contro – specifica Trentini – il castello di cartone rappresenta quei diritti che spettano a tutti, contro privilegi medioevali che vogliamo assediare e per questo abbiamo chiesto di manifestare anche in abiti e costumi d’epoca".

Alle 17, all’arrivo delle Sentinelle, in molti da piazza Vittoria si sono spostati a Piazza Duomo, per tagliare il silenzio delle "guardie" con musica e parole che chiedevano "diritti per tutti". A dividere i due schieramenti sono state messe transenne e una dozzina di poliziotti: ma tutto si è svolto in tranquillità. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ma che bel quadretto idilliaco!!!E gli insulti gridati dai signori "diritti per tutti"???!!!No , quelli non li ha uditi il nostro esimio redattore. Come al solito i "bravi ragazzi" hanno contestato chi, pacificamente e senza urlare, porta avanti la propria idea, senza insultare e cercare di distiurbare una manifestazione regolarmente autorizzata. Forse i signori dei centri sociali hanno bisogno di inventarsi i nemici per dare un senso alla loro vita…misera.

  2. Perché mai riconoscere i diritti agli omosessuali dovrebbe toglierne alle coppie etero? I diritti non sono una torta da spartire ma devono essere riconosciuti a TUTTI. Le sentinelle CONTRO i diritti degli altri sono ipocriti, vogliono che gli omosessuali continuino a vivere emarginati e senza diritti.

  3. politici che cercano visibilità e consenso…….pur di non sparire va bene tutto .
    tanto non vi vota più nessuno …nemmeno gli immigrati !
    veni vidi vici …. e persi

  4. praticamente erano tutti belli che….eretti i membri sia dell’uno che dell’altro schieramento……,u na pubblica erezione naturale senza additivi vari……orpo !

LEAVE A REPLY