Autostrada della Valtrompia, Borghesi (Lega) interroga il Ministro

0

“Da sempre la Lega Nord ritiene questa la realizzazione dell’autostrada della Valtrompia un’infrastruttura necessaria per lo sviluppo della Valle, a maggior ragione in questo momento di crisi, servirebbe per evitare ulteriori aggravi di costi alle nostre imprese e per scongiurare il pericolo di isolamento di una zona tra le più produttive del paese che aspetta questa autostrada da oltre quarant’anni. Mi rendo conto che continuare a parlarne ancora, senza che sino ad oggi si siano visti dei risultati, può suonare come una presa in giro per i cittadini che, giustamente, arrivati a questo punto non credono più che verrà realizzata”. Questo quanto dichiarato dal deputato bresciano della Lega Nord, Stefano Borghesi, che continua -. Tutto ciò premesso sono convinto che l’autostrada serva e senza fare inutili proclami mi ritengo soddisfatto della risposta ricevuta all’Interrogazione presentata al fine di capire lo stato dell’iter di realizzazione”.

“Il Ministro non solo ha confermato formalmente la volontà di procedere con la costruzione dell’opera ma ha elencato in modo minuzioso i passaggi procedurali appena conclusi e quelli in divenire nei prossimi mesi. Finalmente ci siamo. Dopo tutti gli ostacoli arrivati dall’Unione europea di Prodi e dal vergognoso ostruzionismo di una parte degli ambientalisti, dei verdi e dell’estrema sinistra che hanno di fatto bloccato le complesse procedure di realizzazione per decenni la situazione si è sbloccata – ha continuato – . Anas ha terminato le espropriazioni ed ha ottenuto i pareri e i progetti necessari dagli enti gestori dei sottoservizi. Non ci resta che attendere l’atto che Anas dovrà emettere entro il 15 gennaio in merito all’aggiudicazione della gara, come da richiesta del TAR della Lombardia, e l’approvazione del CIPE dell’aggiornamento del piano economico finanziario dell’Autostrada Serenissima concessionaria dell’opera. Vista la complessità dell’iter – conclude Borghesi – continueremo a vigilare affinché tutto si risolva nel più breve tempo possibile ma dopo queste buone notizie non possiamo che essere ottimisti”.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY