Scippata mentre sta entrando in casa: arrestato 20enne tunisino

2

E’ stato arrestato lo scippatore che giovedì aveva derubato una donna anziana. Giovedì, l’11 dicembre, una coppia coniugi bresciani di 78 anni era stata avvicinata da un giovane mentre stava rientrando a casa, in via Zendrini. Il ragazzo, un tunisino di vent’anni senza fissa dimora, aveva approfittato di un momento di distrazione della donna, intenta a cercare le chiavi del portone di acceso all’edificio, e le aveva strappato la borsetta contenente denaro, un telefono cellulare e oggetti personali. Il ventenne era poi fuggito verso viale Bornata.

Gli uomini di una pattuglia che si trovava in via Tagliamento avevano sentito le grida della signora ed erano immediatamente accorsi. Pur non essendo riusciti a rintracciare subito il malvivente, gli agenti avevano raccolto informazioni grazie a una testimone che era riuscita a vedere il volto dello scippatore. Il giorno successivo gli uomini della Polizia Giudiziaria hanno notato, vicino alla stazione ferroviaria, una persona somigliante all’identikit fatto dalla testimone e l’hanno fermata. In suo possesso hanno trovato il cellulare dell’anziana scippata e hanno quindi portato l’uomo al comando di via Donegani.

Dopo aver informato il magistrato di turno, hanno poi portato il tunisino al carcere di Canton Mombello, dove attende di essere giudicato.

Comments

comments

2 COMMENTS

  1. Noi sì che siamo fortunati ad avere risorse come quel giovane tunisino scippatore e senza fissa dimora ! Cosa dice l'assessore alla sicurezza ? Cosa fa, soprattutto ? Smettiamola con questi coccolaIMMIGRATIS, adesso hanno passato il segno ! Cominciamo a CONTROLLARE i documenti alle persone per la strada : la città ne avrebbe un enorme vantaggio. Forse meno soldi dalle multe dei parcheggi ma,alla lunga, l'operazione darebbe ottimi risultati…se nn altro, i senza fissa dimora forse si trasferirebbero in un'altra città. E PER NOI SAREBBE UNA BOCCATA D'OSSIGENO !!!!

LEAVE A REPLY