Bagnolo Mella, i cittadini fanno risparmiare al Comune 55mila euro

0

Le piante pubbliche avevano bisogno di cure, ma il costo per sistemarle era davvero eccessivo per il Comune di Bagnolo Mella: 55mila euro. Una cifra che in questo periodo non era sostenibile per le casse del Comune, costretto a fare autentici esercizi di virtù per tornare a far quadrare i conti dopo le gravi difficoltà economiche che negli anni a cavallo del 2010 avevano portato il bilancio comunale al predissesto.

E così a prendersi carico delle piante sono stati i cittadini, soprannominati i volontari del verde. Toccherà infatti a loro, guidati direttamente dagli assessori Sergio Fioletti, Paolo Lanzani e Pietro Sturla, a farsi carico del problema e portare a buon fine l’opera di potatura necessaria per risolvere le situazioni più critiche e risanare a dovere il verde pubblico bagnolese. Un lavoro che si preannuncia fin d’ora impegnativo e certo non di breve durata, anche perché le piante che fanno parte del verde pubblico sono oltre un migliaio con la conseguenza che riportare il tutto nelle condizioni desiderate di ordine e pulizia non sarà affatto facile.

 

L’attività, che sta prendendo il via in questi giorni dovrebbe protrarsi per alcuni mesi, giungendo sino alle porte della prossima primavera. Il tutto gratuitamente. Solo un regolamento, recentemente approvato in Consiglio Comunale, ha aperto la possibilità per i volontari impegnati nella cura del verde di portare a casa (e di utilizzare magari per il proprio camino) la legna che dovesse scaturire da questa stessa opera di potatura. Un piccolo per tanta energia verde in campo. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. XCHE’ LE GRANDI MENTI DEI NOSTRI AMMINISTRATORI NON ARRIVANO AD UNA CONCLUSIONE SEMPLICISSIMA: SGRAVI FISCALI SULLE IMPOSTE COMUNALI A QUEI CONTADINI CHE SI ASSUMONO IMPEGNO DI MANTENIMENTO DI TRATTI DI STRADA E VERDE PUBBLICO. HANNO MEZZI TEMPO E CONOSCENZE ADEGUATE PER FARLO. NON GRATIS. IL MANCATO INTROITO DEL COMUNE E’ PAREGGIATO DAL MANCATO ESBORSO NELLE MANUTENZIONI, GENERALMENTE APPALTATE A COOP ONEROSE E SFRUTTATRICI DI MANOD’ OPERA A BASSO COSTO!

  2. Gli "Unni" (dove passano loro un cresce più nemmeno l’erba)sono all’opera: basta fare un giro per Bagnolo per vedere lo scempio che stanno scriteriatamente facendo.

  3. A me sembra un paese abbandonato!se da qualche parte non cresce piu’ niente,in altre le erbacce raggiungono il metro di altezza senza contare quello che c`e’ sotto le piante!per non parlare delle buche!la provincia(quella che non dovrebbe piu’ esistere)dice che per la manutenzione delle strade ci sono i soldi solo per le emergenze.Sig.ra Sindaco,come fara’ a dire ai suoi cittadini che la bretella non si fa,che le rotonde non si faranno,e che per sistemare via Gramsci bisognera’ aspettare ancora un poco e per il resto del paese cosa conta di fare?o per lei esiste solo via Gramsci!

  4. Senza contare che la Signora sindaco sta attuando una politica incosciente e incomprensibile nella gestione della scuola materna Fasani, basata solo sui tagli e la poca trasparenza sia nei confronti di chi ci lavora sia nei confronti dei cittadini che usufruiscono di questo servizio.
    Da genitore mi rendo conto che se l'asilo funziona è solo x la volontà e il merito di tutto il personale che nonostante la cassa integrazione , un'organizzazione cervellotica e una totale assenza di fondi e collaborazione da parte della giunta comunale , riesce comunque a dare un'assistenza ed un' educazione ai nostri bambini …. Nonostante la giunta cerchi di tener soffocato il tutto , il bubbone prima o poi esploderà ed allora ne vedremo delle belle , altro che verde pubblico …

  5. Pare che per i parchi e le siepi di Bagnolo purtroppo non ci sia proprio più scampo! Uno spettacolo pietoso, tanto quanto le "SORATE" che quotidianamente il Sindaco ci propina a mezzo di una stampa vergognosamente compiacente che non verifica la fondatezza di quanto viene dichiarato. Un ingegnosa strategia politica per far apparire quello che non è……… UNO SCHIFO

  6. Pare che per i parchi e le siepi di Bagnolo purtroppo non ci sia proprio più scampo! Uno spettacolo pietoso, tanto quanto le "SORATE" che quotidianamente il Sindaco ci propina a mezzo di una stampa vergognosamente compiacente che non verifica la fondatezza di quanto viene dichiarato. Un ingegnosa strategia politica per far apparire quello che non è……… UNO SCHIFO

LEAVE A REPLY