Ingegneria, corso sull’etica della sostenibilità ambientale: già 43 iscritti

0

È stato attivato per l’A.A. 2014/2015 un ciclo di lezioni di “Etica della sostenibilità ambientale”,  volte ad approfondire i temi del rapporto tra uomo e territorio.

“All’art. 19 del nuovo Codice Deontologico degli Ingegneri Italiani, approvato nell’aprile di quest’anno, si legge: L’ingegnere nell’esercizio della propria attività cerca soluzioni ai problemi a lui posti, che siano compatibili con il principio dello sviluppo sostenibile, mirando alla massima valorizzazione delle risorse naturali, al minimo consumo del territorio e al minimo spreco delle fonti energetiche – cita il prof. Maurizio Tira, ordinario di Tecnica e pianificazione urbanistica afferente al Dipartimento di Ingegneria Civile Architettura Territorio Ambiente e di Matematica. Ed è proprio a partire da questa consapevolezza e dalla coscienza che tali asserzioni di principio siano poco conosciute, anche dai professionisti, che nasce questo nuovo corso multidisciplinare. La risposta dei 43 iscritti al primo anno di sperimentazione dimostra un ottimo interesse e una sensibilità verso l’atteggiamento personale e collettivo che si deve avere verso una tematica pervasiva e determinante per il futuro dell’umanità”.

L’insegnamento, offerto a scelta libera a tutta l’area di Ingegneria, è stato istituto dal Consiglio di corso di laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, presieduto dal prof.  Tira, che ne è anche il titolare. Docenti di diverse estrazioni e discipline hanno contribuito in interventi seminariali a costruire il programma di un corso di 30 ore (3 CFU), da spendere nelle attività didattiche a scelta libera dello studente.

Il corso, pensato per favorire un cambio di mentalità necessario ad affrontare le sfide poste dal rapporto tra natura e trasformazioni antropiche, è stato organizzato in tre blocchi: l’etica fondamentale, l’etica professionale, l’etica e la professione di Ingegnere. Proprio in quest’ultima parte sono stati affrontati temi specifici alla professione dell’Ingegnere in relazione all’ambiente (la salute umana, la gestione delle risorse e dei rifiuti, la pianificazione del territorio).

Il programma è stato costruito con il contributo della Fondazione Lanza di Padova, da tempo impegnata nelle tematiche ambientali e titolare della rivista Etica per le professioni e con l’apporto dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Alta Scuola per l’Ambiente di Brescia.

Comments

comments

LEAVE A REPLY