Pochi stranieri al voto nei consigli di quartiere, Lega: non vogliono integrarsi

14

Il giorno dopo le elezioni delle nuove Circoscrizioni del comune di Brescia la Lega Nord, che ha criticato il progetto Fenaroli – Del Bono fin dalla prima bozza presentata in Loggia, conferma il giudizio politico negativo su elezioni che "sono state una vera farsa democratica". L’affondo arriva direttamente dalla Segreteria Provinciale e dal Responsabile Nazionale Lega Lombarda per voce di Paolo Formentini e Stefano Borghesi.

"Essere contenti di una affluenza del dieci per cento la dice lunga sul risultato ottenuto dal Pd – spiegano Formentini e Borghesi -. Quando la Lega aveva sollevato i dubbi sulla legittimità di un voto allargato agli stranieri    aveva più che ragione. Il modello di integrazione proposto da Fenaroli e compagni è stato fallimentare come il modello di integrazione che continuano ad esaltare. Se non fossero bastati i soli nove candidati stranieri sui circa trecento, anche tra gli eletti il dato multietnico non lascia dubbi: allargare la base elettorale non è servita al Pd a giustificare tanto clamore fatto sulle circoscrizioni. Un dato politico è altrettanto chiaro: gli immigrati non vogliono integrarsi nè essere partecipi della vita quotidiana della città. Inutile cercare scuse e gridare al successo davanti a dati talmente sconfortanti. La Lega, piuttosto che cercare voti tra gli stranieri come ha fatto Fenaroli utilizzando fondi pubblici di cui dovrà rendere conto al consiglio, vuole far partecipare i bresciani, veri protagonisti della città e della sua vita politica. Le basi su cui vogliamo ricostruire Brescia non possono che prescinde dai cittadini italiani che non devono essere secondi a nessuno. Fenaroli ne tenga conto, visto che il suo modello di città multietnica è stato bocciato dall’indifferenza delle urne".

Comments

comments

14 COMMENTS

  1. ragione di cosa? siamo alle prime elezioni, che non sono nemmeno elezioni vere e proprie! il giudizio lo potrai esprimere tra dieci anni, ora sono solo strumentalizzazioni politiche e ci sei cascato in pieno.

  2. elezioni superpubblicizzate in quei quartieri con un alto tasso di immigrazione , non ci sono andati manco loro a votare…non si vogliono integrare punto e basta…c’e’ poco da cantare vittoria . Lo dimostrano le pagine silenziose su FB dei consiglieri del PD del SEL e delle civiche di sinistra. Prima delle elezioni non c’era post dove non si parlasse di questa tornata elettorale , gia’ il lunedi successivo un silenzio assoluto ed imbarazzante , ma se siete contenti voi sinistri…contenti tutti.

  3. Profonda analisi politica del signor Formentini…….
    C i dica quale iniziativa di allargamento della partecipazione civica ha prodotto la sua Lega nei 5 anni di amministrazione Paroli. Solo dopo che avrà risposto a questa domanda allora potrà criticare. Intanto gli ricordo che rispetto allo zero di quei 5 anni ci sono alcune centinaia di persone nuove che si sono aperte alla partecipazione attiva della vita amministrativa della città.

  4. Spiace per i rosiconi ma, come sempre ultimamente, la Lega ci ha visto giusto bocciando in tempi non sospetti tale pagliacciata.
    Piace rebbe capire quanto è costato e quanto costerà alla cittadinanza questa DIMOSTRAZIONE DI DEMOCRAZIA.

  5. Ottima analisi da parte della Lega Nord ! Non si vogliono integrare punto e basta; alla maggioranza degli immigrati non interessa. Il PD da anni vuole allargare il voto agli immigrati sperando di ricevere in cambio il loro appoggio ma non hanno ancora capito il vero pericolo: tra di loro si votano ed il rischio è ritrovarci governati da un partito di immigrati che sicuramente non farà gli interessi dei bresciani ! Basta buonismi esasperati facciamoci valere e ricordiamoci DIRITTI e DOVERI !

  6. Ma quale allargamento alla partecipazione civica bla bla bla?!? Un immigrato dovrebbe votare quando acquisisce la cittadinanza e stop. A parti invertite il Pd avrebbe gridato allo spreco di danaro pubblico. Vergognatevi compagni.

  7. Quale modello di integrazione propone la Lega Nord nell’era della globalizzazione ? Nessun modello, nessun tipo di integrazione ? Basta dichiararlo apertamente, senza dietrologie e mezze misure, e prendersi i voti, ma anche assumersi conseguenze e responsabilità…

  8. Vivo al Don Bosco da sempre e la lega ha ragione da vendere. Non ho visto nessuno di quelli che da sempre si impegnano nel quartiere candidato a queste votazioni. Solo sconosciuti tiracchiati dal PD e dalle associazioni mangione

  9. Secondo Borghesi chi non ha votato non vuole integrarsi. Quindi, siccome la Lega ha dato indicazione di non votare, significa che non vuole integrarsi.

  10. Secondo Borghesi l’amministrazione ha sprecato danaro. 30mila euro sono un’inezia rispetto ai costi per il terreno a Guidizzolo acquistato dalla scorsa amministrazione, alle spese dei ricorsi per il bonus bebè e alle spese pazze con le carte di credito, senza dimenticare le multe dell’ex-sindaco per eccesso di velocità. Centinaia di migliaia di euro sprecati per pura propaganda.

  11. Il fatto che non abbiamo voluto fissare un quorum la dice lunga … come si fa ad eleggere un consiglio di quartiere con 300 voti … ridicoliiiiiiiiiii

  12. Il fatto che non abbiamo voluto fissare un quorum la dice lunga … come si fa ad eleggere un consiglio di quartiere con 300 voti … ridicoliiiiiiiiiii

  13. il pd è arrivato al fondo del secchio , ma anche quì non ha trovato niente per ri alimentare le fila di un partito finito e sepolto , nemmeno gli immigrati…….., i loro pseudo futuri elettori se ne sono sbattuti i…maroni ! soldi buttati nel cesso come al solito

LEAVE A REPLY