Scuola Bettinzoli, murales sulle pareti imbrattate dai graffiti

0

La scuola Bettinzoli è stata oggetto di un intervento di riqualificazione visto che versava in uno stato di totale degrado, imbrattato da graffiti disegnati da vandali e scritte di ogni genere. All’operazione di recupero dei muri, effettuata dai componenti dell’Associazione “True Quality”, ha partecipato il Comune di Brescia, con la piena condivisione e approvazione dell’istituto scolastico, sostenendo le spese vive come l’acquisto della vernice per la pittura, degli spray e dei pennelli.

 

Questo intervento rappresenta solo una parte delle più complesse azioni che fanno capo al progetto finalizzato ad assicurare il decoro urbano, connesso con il tema dell’educazione alla legalità. Per questo motivo, da diversi anni l’amministrazione comunale ha deciso di collocare, nei percorsi educativi proposti alle scuole, anche il tema del “writing”, servendosi proprio della collaborazione e dell’ausilio dell’associazione “True Quality”.

Durante questi incontri vengono illustrate non solo le conseguenze penali del fenomeno dell’imbrattamento per i minori, ma anche gli effetti che ne derivano a livello ambientale (in ragione della quantità di solventi altamente inquinanti necessari per ripulire le superfici) e sotto il profilo economico, con evidenti ricadute negative sulle risorse pubbliche.

Più in generale l’obiettivo del progetto è dare spazio alla creatività e all’espressività dei giovani attraverso la concessione di spazi pubblici all’associazione “True Quality” per consentire la realizzazione di graffiti decorativi a ragazzi, anche minori, che facciano parte della stessa associazione. È necessario sottolineare che, dal punto di vista repressivo, è forte l’impegno del Comando della Polizia Locale che ha portato al deferimento all’autorità giudiziaria di oltre quaranta persone, di cui metà erano minori.

La modalità di riqualificazione adottata alla scuola Bettinzoli è stata utilizzata con successo in altre parti della città e sarà adottata ancora in futuro. Il Comune ha infatti presentato una domanda per partecipare a un bando regionale per la riqualificazione urbana degli immobili pubblici e la prevenzione sociale di un determinato quartiere. In questo progetto, tra le varie azioni previste (psicologo, artisti internazionali, eccetera), spicca proprio la realizzazione di graffiti decorativi di qualità al fine di rigenerare gli spazi degradati.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Tolte le circoscrizioni? Via ai quartieri! Ci sono i Writers che insozzano una scuola? Si sostituiscono con murales. Basta cambiargli nome ed è fatta. Mancano i soldi? Si aderisce a Ready. Quanto è costata l’adesione? Così si governa perdindirindina!

LEAVE A REPLY