Brescia più sicura: nel 2014 sono calati furti e rapine

0

Brescia è un pochino più sicura. Questo, almeno, è quanto emerge dai dati diffusi ieri dalla Polizia di Stato – durante una conferenza stampa a cui era presente anche il questore Carmine Esposito – circa l’andamento dei furti e delle rapine nella Leonessa. Dal 2013 al 2014 i reati denunciati sono calati complessivamente del 17 per cento (da 52.878 a 43.790). Il calo più netto ha riguardato le rapine: meno 23 per cento (da 552 a 424), mentre i furti sono scesi del 10 per cento, passando da 26.800 a 24.112. Un focus interessante è stato quello sui furti in appartamento, uno dei reati socialmente più fastidiosi. Il calo è stato dell’11 per cento (da 5540 a 4950), ma a novembre la dinamica è stata ben più positiva: meno 21 per cento (da 1.010 a 800).

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Che battutona: come se la sicurezza fosse una cosa che si fac on la bacchetta magica e non avviando un percorso i cui frutti si vedono nel tempo. Grazie al vero Rolfi!

  2. se leggete bene si parla di reati denunciati , in ralta’ sono in aumento ma ormai vista la depenalizzazione voluta dalla sinistra e la miseria della giustizia pochi denunciano , serve a poco o nulla.

  3. Guardi che, soprattutto furti e rapine, è molto difficile che non siano denunciati. Se vengono rubati documenti, carte di credito, bancomat, assegni o apparecchi dotati di sim (tablet, telefoni), la denuncia è praticamente obbligatoria, sia per tutelarsi da frodi o abusi, sia per avere i duplicati. Certo, c’è il possibile escamotage consistente nel denunciare uno smarrimento invece che un reato ma non credo sia molto diffuso. Purtroppo a chi trae vantaggio politico dal soffiare sul fuoco dell’insicurezza, questi dati (peraltro forniti dagli stessi soggetti istituzionali invocati e magnificati a prescindere) non piacciono.

  4. …stessi soggetti istituzionali che in ugual mododo dichiarano che le provicie sono state soppresse..che le auto blu – gli stipendi dei politici – le tasse ecc..sono diminuite

  5. Guardi che i dati li ha forniti la Polizia di Stato. Non ricordo dichiarazioni della Polizia riguardo gli argomenti da Lei citati. Se qualcuno ritiene la Polizia una fonte non attendibile e dispone di dati verificati più affidabili può fornirli, altrimenti le chiacchiere stanno a zero.

  6. si, sicurissima brescia come no….chi ci crede è libero di mandare le proprie figlie di sera nelle zone più multietniche della città e vedere se tornano indietro!

  7. Infatti non le deve mandare, le deve rinchiudere in un bel convento, così al massimo si intrattengono con i fraticelli al di là del muretto. Guardi che è dal medioevo che c’è la paura dell’uomo nero, io abito in una zona piena di extracomunitari (il carmine) e non c’è nessun pericolo. Ma lei è libero di pensarla come vuole, finchè pensa che chi è negro è delinquente e chi è bianco è buono il discorso non va da nessuna parte.

LEAVE A REPLY