Caccia, Rolfi: “Esenzione tassa concessione regionale per i neocacciatori.”

47

Approvato emendamento della Lega Nord al Bilancio 2015 di Regione Lombardia in merito alla tassa di concessione regionale della licenza di caccia. Nel merito è intervenuto il vice capogruppo della Lega Nord e proponente, Fabio Rolfi.

“Esprimo soddisfazione – afferma Fabio Rolfi – per l’approvazione di questo emendamento che va a esentare, per il primo anno, dalla tassa di concessione regionale, attualmente di circa 64 euro, coloro che nel corso del 2015 otterranno la licenza di caccia. Complessivamente per questa misura sono stati messi a bilancio 65 mila euro, calcolati in base ai numeri delle nuove licenze ottenute nel 2013.

Non nascondiamo come si tratti di una misura per incentivare i nuovi cacciatori, in particolare i giovani intenzionati ad avvicinarsi alla pratica venatoria, un mondo che negli ultimi anni è stato fortemente penalizzato, per ragioni puramente ideologiche, dai governi di sinistra – puntualizza l’esponente lombardo della Lega Nord – sempre proni di fronte alle paturnie dei talebani dell’animalismo. A questo proposito basti ricordare i danni fatti sulla caccia in deroga, sull’apertura dei roccoli e cattura dei richiami vivi e non da ultimo la vergognosa questione dello spiedo bresciano.

Il legislatore regionale della Lombardia – conclude Fabio Rolfi – si schiera quindi dalla parte dei cacciatori, ben consapevole dell’importante valore tradizionale, sociale ma anche economico insito nell’attività venatoria.”

Comments

comments

47 COMMENTS

  1. Grande Fabius Rolfus: ben 65.000 euro di denaro pubblico per incentivare i nuovi cacciatori di volatili. Ma siamo a Natale e allora esageriamo: facciamo 130.000 euro, ma metà solo per i cacciatori di passere: trattasi notoriamente di valore tradizionale di ben altro conto…

  2. Cosa volete che conti qualche decina di morti all’anno di fronte alla salvaguardia delle tradizioni? Dalle rassegne stampa osservate dal 1° settembre al 30 novembre, in circa 56 giorni di caccia, risultano 62 vittime, tra cui 1 morto e 17 feriti tra la gente comune, ovvero non cacciatori. Tra i cacciatori invece risultano 13 morti e 31 feriti, in ambito venatorio (durante le battute e/o per la pulizia dell’arma), tutte vittime delle armi da caccia e dei cacciatori. Sono esclusi dal conteggio tutti i casi di cadute, infarti o casi di altra natura accidentale diversa dall’utilizzo di armi da fuoco uso caccia. Le regioni con il numero massimo delle vittime provocate da chi esercita attività venatoria sono la Lombardia, il Veneto e la Toscana, non a caso regioni, queste, tra quelle con il più alto numero di cacciatori. Tra i diversi casi allarmanti, quello del bimbo di 6 anni ferito assieme alla madre nel giardino di casa da un cacciatore "sbadato", o quello di una donna incinta ferita da un cacciatore sulla ciclabile Ceriano Laghetto, come il dodicenne ferito mentre passeggiava assieme alla famiglia (tutti casi in Lombardia). Ci sono poi casi davvero eclatanti che non possono lasciare certo indifferenti come quello degli spari contro una scuola nella provincia di Treviso, con pioggia di pallini sul tetto, le macchine e la ringhiera mentre passava un uomo, tra l’altro. Fuggiti i due cacciatori. Molti, troppi i casi in cui l’attività quotidiana di normali persone viene stravolta da chi spara per cacciare e invece colpisce chi lavora nei campi o raccoglie la frutta nel proprio podere, se non addirittura sta tranquillo nel proprio giardino di casa. Sono questi episodi a saltare alle cronache ma quanti non vengono pubblicati o taciuti? Gli animali d’affezione nei giardini sono in costante pericolo in ambienti dove si caccia (spaventosi anche questi dati, più difficili da raccogliere perché troppo spesso ignorati dai media) e purtroppo oramai l’attività venatoria viene praticata ovunque, a suon di decreti filovenatori che i politici ancora regalano, in barba a norme di sicurezza e rispetto di allargate sensibilità, ma anche di leggi statali, ai cacciatori.

  3. Chi e’ contrario alla caccia e’ solo perche’ nin la conosce e dice fesserie basate sul sentito dire…a caccia si va ogn giorno quando si va in macelleria o ha comprare il prosciutto..solo che si stenta a credere che una volta erano animali vivi..w la caccia

  4. Stasera con mia mogle e le mie figlie ci siamo mangiati due faggiani e un po di tordi non sapete cosa vi perdete voi che credete alle favole hihihihi grazie lega vi votero’

  5. Si vede proprio che caccia e cultura vanno a braccetto. D’altronde anche Luana avrebbe "sopratutto" bisogno di un ripasso del programma di seconda elementare, come anche Adele, che va "ha" comprare un "po" di prosciutto…

  6. Soldi miei per incentivare la caccia??! Ma questi sono fuori di testa come quei 4 ridicoli che si mettono la mimetica per nascondersi ai passerotti.. Tanti voti persi

  7. Cari anticaccia, similvegani, animalisti di varia natura, fateVene una ragione. La caccia esiste ed esisterà fino a quando esisterà l`uomo. Con Vostra buona pace….

  8. La caccia e’ una attivita’ bellissima perche’ il cacciatore a la possibila’ di cacciarselo da solo il pollo (fagiano) o il maiale [cinghiale] e l’ animale non e’ come quello tenuto in cattivita’ e cresciuto con ormoni da vigliacchi per poi ammazzarlo e venderlo, ma e’ un’animale selvatico che non e’ una cosa facile prenderlo a differenza della carne che si compra in macelleria..ma per alcuni e molto difficile comprendere queste cose meglio cosi’ almeno ci sono piu’ selvatici da cacciare 🙂

  9. Un motivo in più per diminuire ulteriormente i poteri delle Regioni, se questi sono i risultati con quello che costano ai contribuenti …….diminuite l’addizionale regionale Irpef a tutti invece che pensare a quattro gatti di cacciatori!

  10. Non ho bisogno di un nickername perchè non ho bisogno di vergognarmi lasciando il commento contro questi atti di violenza! Consiglio a ogni politico e cacciatore di guardarsi bene nello specchio. Vi accorgerete di ciò che si presenterà.

  11. Alcuni chiamano i cacciatori assassini,ma voi lo sapete che per avere il porto d’ armi bisogna avere la fedina penale pulita fino a 7 generazioni precedenti?chi sono gli assassini? Che ignaranza che c’ e’ in italia

  12. la notizia si commenta da sola i soliti parrucconi che sparano oscenità coevi dei loro colleghi cacciatori che sparano piombo e cazzate uccidendo animali e inquinando il territorio come se fosse tutto loro. Purtroppo la sinistra non esiste più……..un animalista talebano

  13. la notizia si commenta da sola i soliti parrucconi che sparano oscenità coevi dei loro colleghi cacciatori che sparano piombo e cazzate uccidendo animali e inquinando il territorio come se fosse tutto loro. Purtroppo la sinistra non esiste più……..un animalista talebano

  14. la notizia si commenta da sola i soliti parrucconi che sparano oscenità coevi dei loro colleghi cacciatori che sparano uccidendo animali e inquinando il territorio come se fosse tutto loro. Purtroppo la sinistra non esiste più……..un animalista talebano

  15. Quanti bei commenti pacati ma, soprattutto, di alto livello intellettuale.I più patetici sono gli animalisti….In ogni caso W la caccia!!!

  16. w lo spiedo , w la selvaggina …abbasso gli ipocriti che sono contro la caccia pero’ mangiano carne…magari pure il kebab ahahaha animali sgozzati vivi

  17. se è così naturale andare a caccia e disturbare nei territori altrui vorra’ dire che sara’ naturale che qualcuno poi inizi a difendersi da certi sopprusi di cacciatori ignoranti (per essere gentile) e politici sporchi che traggono il loro vantaggio economico da tale schifo!!

  18. salvini mi sta simpatico ma abbandoni quelli come rolfi che sparano cazzate e smetta di incentivare i cacciatori anchio lo sono ma siamo troppi in un mondo già devastato

  19. Guarda che anche SAlvini é ipocrita: propone una aliquota del 15% uguale per tutti, ricchi e poveri. E poi gli ospedali come li paghiamo? Con i diamanti della Tanzania?

LEAVE A REPLY