Pd: “Il 2015 all’insegna di buonsenso, concretezza e sobrietà”

10

(e.b) E’ un bilancio in positivo quello tracciato dal segretario cittadino del Pd, Giorgio De Martin e dal capogruppo in Loggia, Fabio Capra, sull’attività del partito durante l’anno che sta per concludersi.

“Abbiamo iniziato il 2014 con il successo politico nelle elezioni europee e lo stiamo concludendo con il successo partecipativo nelle elezioni per i consigli di quartiere che, nonostante fossero slegate dalle logiche di partito, hanno visto il Pd fortemente impegnato ad aiutare i cittadini candidati nei vari quartieri – ha esordito De Martin -. Nel 2015 rimarrà costante l’impegno dei circoli sul territorio, ma anche il sostegno all’amministrazione comunale che in questo anno e mezzo ha dimostrato di aver mantenuto tutti gli impegni presi durante la campagna elettorale”.

Nonostante sia stato “un anno difficile, anche a causa dell’eredità tutt’altro che gradita lasciata dalla passata amministrazione – ha commentato Capra – siamo riusciti a rimettere in ordine i conti, abbiamo annullato le auto blu, diminuito i dirigenti (passati da 43 agli attuali 30) e snellito la macchina comunale, oltre ad aver preso in mano la gestione delle società partecipate, in particolare di A2A passata dal sistema duale a quello tradizionale, e3 aver ridotto i rappresentati nei vari consigli di amministrazione”.

Mantenendo quanto già anticipato dal sindaco Del Bono durante l’incontro con la stampa per lo scambio degli auguri natalizi, Capra è tornato a ripercorrere l’agenda per il 2015 che sarà caratterizzata da tre direttive: “buonsenso, concretezza e sobrietà”. A partire dalle partecipate, con la vendita “delle azioni di Centrale del Latte e l’alienazione del restante 2,50 per cento di A2A che ci consenta di abbassare di altri 60 milioni di euro il debito della Loggia”.

Per realizzare tutto il Pd è pronto a chiedere aiuto anche alla minoranza, con un appello: “Serve lavorare in positivo per il bene della nostra città – ha concluso De Martin – laddove continuare a fare ostruzionismo non produce risultati ma solo scontento da parte dei cittadini”.

Comments

comments

10 COMMENTS

  1. Vedremo se queste 3 belle parole dette con così grande enfasi si tradurranno nella diminuzione delle aliquote sulle tasse comunali !!!!! Avete capito ???? Basta parole, vogliamo i fatti !!!!!! La futura local tax vedremo se sarà più bassa rispetto agli altri comuni !!!!Sara' un bel banco di prova altrimenti si cambia!!!!! I cittadini vogliono risparmiare !!!!!

  2. E’ Natale e bisogna essere buoni, ma soprattutto avere fiducia e tante speranze: nel 2015 il mercato premierà finalmente un piano industriale avveniristico di A2A ed il titolo schizzerà a 3 euro. Così, vendendo il 2,25% porteremo a casa 180 milioni di euro che per quasi dieci anni ci permetteranno di pagare i 20 milioni all’anno che ci costa in più il Metrobus (costi diretti, indiretti, di manutenzione, oneri finanziari, ecc.). Nel contempo i dividendi di A2A torneranno come ai tempi d’oro di ASM e riporteremo tutti i servizi, soprattutto quelli sociali, ai livelli degli anni novanta, azzerando l’addizionale IRPEF e dimezzando tutte le altre tasse comunali. Ah, dimenticavo, si saprà che nel 2018 si ricandiderà Sindaco Corsini e il suo Vice sarà Paroli: il motto della camapagna elettrolae bipartisan sarà: "Vogliamoci bene, basta cittadini scontenti". E’ Natale e i sogni son desideri, come ci farebbe cantare Walt Disney…

  3. la chicca e’ la grande partecipazione…..m i sa che la vedono solo nel pd…poi.letto il resto,il mio ricordo di questa prima parte di governo cittadino e’ più tasse e spremiamo tutti finche possiamo

  4. È' troppo forte !!!! Questa sua previsione alla Walt Disney mi ha fatto proprio ridere !!!!! Complimenti e' arguto , spassoso .Continui a scrivere.

  5. "“Abbiamo iniziato il 2014 con il successo politico nelle elezioni europee e lo stiamo concludendo con il successo partecipativo nelle elezioni per i consigli di quartiere" …..il successo delle elezioni nei quartieri ahahaha e senza menzionare che il PDino Capra ha dimenticato la mafia delle COOP , va ringrazia il 60 % dei bresciani che non va a votare , sei li solo grazie a loro

  6. Ma questi signori dove vivono???Sulla luna???Aziende che chiudono, negozi che spariscono e questi giocano a fare i "grandi politici". Tra qualche mese ci sarà da ridere..con l’iva al 25% e i posti di lavoro in calo continuo..ma loro il loro posticino da politicanti ce l’hanno sempre….

LEAVE A REPLY