Bomba a mano nelle acque del Garda, recuperata e fatta brillare

0

Non è la prima volta che nelle acque del Garda si nasconde un cimelio del passato: questa volta è stata ritrovata una bomba a mano, rimasta laggiù per un secolo, dalla prima guerra mondiale. Nonostante il tempo passato per gli artificieri era ancora potenzialmente in grado di esplodere. Scoperta sul fondale davanti alla spiaggia di via Tavine, a Salò, da alcuni sub, la bomba è stata fatta brillare in una cava a Soprazzocco di Gavardo questa mattina dagli artificieri del Decimo Reggimento Guastatori dell’Esercito, giunti da Cremona. Tutto dopo che a recuperarla avevano provveduto i. Come scrive il Giornale di Brescia, la bomba era stata recuperata ieri dai sommozzatori della Marina Militare giunti da La Spezia.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. la lasciavano dov’era evitando di pagare un sacco di trasferte (genieri da Cremona e marina militare da La Spezia). ma tanto paga pantalone…

LEAVE A REPLY