Metalleghe Sanitars, il primo faccia a faccia è di Foppapedretti. PalaGeorge gremito

0

PalaGeorge mai così pieno a rendere perfetta l’atmosfera natalizia, creata prima del match dai tifosi che si sono riuniti in palestra già dalle 16.00, per brindare assieme alla società.

Presenti anche le atlete under 18 di sei società sportive, ospiti del progetto “200 mani in più”, e la Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi: proprio con la loro maglia “Tremenda voglia di vivere”, le ragazze di Montichiari hanno fatto il riscaldamento.

Match a due fasi, che dà ragione ad una difesa rossoblù coriacea alla fine di un quarto set giocato da Metalleghe punto a punto, con carattere e grinta.

Barbieri mette in campo lo starting six classico: Dalia in diagonale con Tomsia, Gioli e Olivotto al centro, Brinker e Vindevoghel in banda, Ghilardi libero.

Lavarini schiera Radecka e Plak in diagonale, Melandri e Paggi al centro, Blagojevic e Loda in banda con Merlo libero.

Montichiari parte forte e stordisce Bergamo: avanti 9-2  e 17-9, poi Lavarini cambia regia e cerca soluzioni offensive diverse con Sylla e Deesing. Primo set di autorità, 25-19 per Metalleghe.

Avvio di secondo parziale con 4 muri di Bergamo a invertire la rotta, time out di Barbieri per la scossa: Bergamo resta avanti con la formazione di partenza che ha trovato l’assetto più concreto. Dentro Saccomani per Vindevoghel, ma Bergamo riesce a tenere le distanze e chiude 25-15, con 7 muri punto.

Terzo parziale ancora in salita, con le ragazze di Barbieri a rincorrere e a cercare di scrollarsi di dosso il momento di difficoltà, ma Bergamo non abbassa la guardia, capitalizza e chiude 25-13.

Riparte il gruppo, nel quarto set, e Metalleghe ci prova con più grinta. Recuperi e piccoli distacchi, ma alla fine è Bergamo a spuntarla – dopo un punto a punto entusiasmante – e a guadagnarsi i tre punti che le valgono il quinto posto.

Coach Barbieri non è rammaricato e riconosce i meriti tecnico tattici di Foppapedretti, soprattutto in difesa. “Alla fine ce la siamo giocata: siamo risorti dopo due set difficili e dal punto di vista caratteriale non ho niente da rimproverare alle mie ragazze. Quando giochi contro squadre che mettono in campo una tale intensità e costanza in difesa, quello che puoi fare è farne tesoro, ad esempio rispetto all’attenzione a muro, che nei set centrali è calata. Il girone di andata si è chiuso comunque bene: riempire così il PalaGeorge oggi, per me è davvero un bel risultato”.

Maren Brinker ammette di avere giocato una partita con qualche momento personale difficile: “Avremmo voluto farci e farvi un regalo migliore, ma Foppa è stata sempre molto compatta e presente in difesa. Quello che volevamo fare in questo girone di andata lo abbiamo comunque fatto e proveremo ad approfittare del periodo non semplice che Piacenza sta affrontando per crescere ancora, già dal prossimo match”.

Appuntamento per sabato 3 Gennaio, dunque, ancora al PalaGeorge.

Il tabellino:

Metalleghe Sanitars Montichiari: Dalia 5, Brinker 8, Tomsia 17, Ghilardi  (L), Alberti 1, Mingardi 1, Saccomani ne, Olivotto 4,  Milani, Zampedri, Vindevoghel 10, Gioli 13, Serena ne.

Foppapedretti Bergamo: Mori 1, Deesing , Loda 20, Paggi 9, Blagojevic 7, Merlo (L), Melandri 9, Radecka 4, Plak 22,  Mambelli, Sylla, Tasca. All. Lavarini

Comments

comments

LEAVE A REPLY