Mottinelli: fronte comune per salvare il personale. Ma la Regione deve fare di più

0

“Oggi le deleghe della Regione non coprono la nostra pianta organica: penso in particolare al settore Caccia. O la Lombardia riconosce che il personale viene pagato dalla Regione o il passaggio delle deleghe diventa un infingimento. Ma ho fiducia nel fatto che si riuscirà a trovare una soluzione in extremis, con il sostegno di tutti”. Così ha esordito questa mattina il presidente di Palazzo Broletto Pier Luigi Mottinelli, aprendo i lavori del consiglio provinciale – di fronte a una nutrita delegazione di dipendenti seduta tra i pubblico – con una comunicazione sul possibile taglio del 50 per cento del personale dell’ente.

Quindi, Mottinelli – che non ha risparmiato critiche al governo per la riforma Delrio – ha lanciato un appello alle minoranze a fare fronte comune almeno su questa questione. Una richiesta subito accolta dal civico di sinistra Giuseppe Lama (già astenuto all’atto della fiducia), ma anche dalla peroniana Nicoletta Benedetti (“Massima solidarità ai dipendenti”, ha detto, “auspichiamo che i tagli avvengano con gradualità nel rispetto dei lavoratori”) e dal leghista Giovanni Maria Flocchini, che ha sottolineato il rammarico per la “continua delegittimazione degli enti locali”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. giusto! Meno dipendenti piu’ incarichi e contributi alle cooperative che possono assumere come , quando e soprattutto chi vogliono lor signori!!! Roma docet

  2. "Noi, nella Legge Delrio crediamo; il PD bresciano ci crede". parole e musica del segretario provinciale del Pd Orlando pronunciate dieci giorni fa. Oggi Mottinelli la critica, la legge, oggi, dopo essere stato eletto. Critica la Regione Lombardia, a cui il governo ha tagliato un miliardo di euro. mottinelli non critica il governo che con la legge di stabilità ha tolto alle Provincie i soldi per poter operare e alle regioni i soldi per poter prendere in carico le provincie.
    A chi dice che le provincie sono inutili dico che tutte le scuole superiori sono in carico alle provincie, dalla costruzione al riscaldamento, le tangenziali, la pulizia delle strade non comunali, anche in caso di neve, la formazione professionale, i trasporti pubblici extra comunali, i parchi, le cave, la caccia, la protezione civile ( di cui ci si scorda ma che la si chiama a gran voce quando ci sono disastri) i centri per l’impiego ecc. Immagino che tutto questo sia inutile, per qualcuno, in particolare strade, scuole superiori e pulman. Salvo scrivere indignati perchè i figli hanno freddo a scuola o le strade sono sporche, o non ci sono o sono troppo cari i pulman. Ma senza soldi e personale come è possibile pagare le bollette e pulire le strade??????? facile sparare, salvo poi scoprire che ci scappano i feriti….

  3. critica il sig. Delrio? Ma se il sig Mottinelli e’ li grazie alla riforma Delrio! ma che muso hanno ? dopo non si stupiscano se la gente non va a votare ! A gia’ non fanno le votazioni :-p

  4. Prendere sul serio Mottinelli è impossibile. Nella scorsa legislatura ha presentato una mozione contro l’abolizione della rassegna stampa…..ha attaccato l’assessorato ai lavori pubblici della Vivaldini che ora è in maggioranza con lui….Dunque: il Governo fa una riforma demenziale sulle Province…..delega alle Regioni la decisione di quali competenze assorbire e quali lasciare alle Province. La Lombardia decide di lasciarle tutte alle province. E perchè dovrebbe farsi carico del personale tagliato da renzi per finanziare la marchetta degli 80 euro? E caro Mottinelli, gli organici non si calcolano in base alle piante organiche, ma in base agli effettivi carichi di lavoro!!

LEAVE A REPLY