La Centrale super a Trapani, sesta vittoria consecutiva

0

Si chiude nel migliore dei modi il girone d’andata della Centrale del Latte Brescia, che coglie un successo di prestigio sul parquet del PalAuriga di Trapani. Il 94 – 88 finale vale la sesta vittoria consecutiva (record nella storia della Leonessa) ed è frutto di una grande prestazione di squadra con quattro uomini in doppia cifra, nella quale emerge un "mostruoso" Justin Brownlee, autore di 36 punti (high score per punti insieme a Michael Jenkins) e 12 rimbalzi, sempre importante e presente nei momenti topici del match. Dall’altra parte Legion è autore di un’ottima partita (30 punti), nonostante le cattive percentuali da oltre l’arco (1/9), insieme ad Andrea Renzi, autore di 23 punti ma piuttosto impreciso dalla lunetta (4/9). Gli uomini di coach Diana confermano così il secondo posto in classifica, grazie al quale il viaggio verso la Coppa Italia (6-7-8 marzo a Rimini) comincerà dalle semifinali.

 

Brescia scende in campo con il quintetto composto dalla coppia di play Passera-Fernandez, Alibegovic in ala e il duo Brownlee-Cittadini sotto le plance, mentre i padroni di casa rispondono con l’ex Pistoia Meini in cabina di regia, Bray in guardia, Legion in ala e Baldassarre-Renzi sotto canestro. E’ proprio Trapani a prendere in mano il pallino del gioco sin dalla palla a due con un parziale di 7-0, costruito in gran parte da uno scintillante Andrea Renzi, autore di 6 punti nei primi quattro minuti. Brescia è un diesel nella metà campo offensiva e quando comincia a trovare la via del canestro distribuisce omogeneamente i punti a referto e minuto dopo minuto torna a -2 grazie ad Alibegovic. Renzi continua il suo show personale, ma con un parziale di 10-3 (7 dei quali di Brownlee) Brescia trova il primo vantaggio della partita (16-19), sul quale si chiude il primo quarto. Trapani rientra a quota 22-22 nei primi minuti del secondo periodo, ma giusto il tempo di rimettere a posto la mira e Brescia ritorna avanti di ben sette lunghezze grazie al binomio Nelson-Loschi, entrambi in dubbio fino alla vigilia. I sette punti a testa griffati dai due (da segnalare un gioco da quattro punti del capitano) valgono il +7 per la Leonessa, che prova la fuga negli ultimi minuti prima della pausa lunga. Trapani però non demorde e sulle spalle di un grande Alex Legion (16 punti, 7 rimbalzi e 2 assist a metà gara) pareggia a quota 41-41, prima della schiacciata a fil di sirena di Cittadini che chiude il primo tempo di gioco.

Al rientro in campo Trapani impatta con un canestro di Renzi, ma Brescia risponde con un parziale di 6-0 confezionato da oltre l’arco da un grande Justin Brownlee: i padroni di casa si aggrappano ad Alex Legion che prova ad accorciare le distanze, ma con una tripla di Alibegovic il vantaggio dei ragazzi di Diana arriva a quota 9 punti. Dopo qualche minuto a ritmo altissimo la partita cala d’intensità, permettendo ai padroni di casa di diminuire lo scarto e portarsi a 5 lunghezze di distanza grazie al solito ottimo Renzi, preciso da sotto canestro e dalla lunetta. Gli ultimi 10 minuti di gioco si aprono sul 59-64, con Trapani che grazie a Bray e Meini si riporta in men che non si dica a -1 nonostante le due triple di Brownlee. Il PalAuriga diventa una bolgia ma ci pensa Marco Passera a calmare le acque con un canestro di importanza capitale. Alibegovic e Brownlee costruiscono per il +7, Legion e Renzi rispondono e provano a riportare sotto la Lighthouse ma un grandioso Brownlee tiene la Leonessa avanti di 5 punti (77-82) a 90 secondi dal termine. Renzi dalla lunetta e Urbani da sotto firmano il -3, ma Brescia risponde con un fallo e canestro di Alibegovic, cui risponde nello stesso modo Legion. L’ultima fiammata è di Fernandez, che trova un gran canestro nel traffico mettendo al sicuro una vittoria importantissima.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY