Brescia: migliaia di cittadini in coda per esprimere vicinanza al popolo francese

6
Bsnews whatsapp

A volte è sufficiente "esserci". Questo il pensiero che ha spinto alcune migliaia di cittadini bresciani ad invadere nel pomeriggio di ieri piazza Loggia, e poi a mettersi in coda ed aspettare, pazientemente, a lungo, il proprio turno per apporre una firma sul libro solidale.

L’appuntamento è stato dato per le ore 15, ma già da prima la gente ha lentamente riempito la piazza simbolo del dolore bresciano, collegata idealmente con la capitale francese dove erano addirittura in due milioni i cittadini accorsi per la manifestazione. Tanti bambini, tanti tricolori, molte bandierine con la scritta “Je suis Charlie Hebdo", per un evento che non aveva una scaletta da seguire, era solo un voler manifestare con la propria presenza la solidarietà, poi scritta sul grande quaderno dai presenti, rilegato con i colori della bandiera francese, posizionato sotto il porticato del Comune, libro che verrà ora spedito a una scuola "di frontiera" dove lavorano insegnanti alle prese con difficoltà legate all’integrazione tra residenti e stranieri. Proprio loro, gli stranieri, erano presenti in piazza ieri accanto ai bresciani, per ribadire ancora una volta che non tutti i musulmani sono terroristi, che non tutti i musulmani sono portatori di morte.

Emilio Del Bono, sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi: «I bresciani stanno portando la loro solidarietà partecipando in modo massiccio, mettendosi in coda anche per un’ora, dimostrando che la nostra città è guidata dai valori della fraternità e dell’uguaglianza e che ancora una volta si dimostra unita contro il terrorismo, il fanatismo e il razzismo». Sulla stessa lunghezza d’onda il suo vice, Laura Castelletti: «Di proposito abbiamo lasciato passare del tempo, perchè volevamo un’iniziativa lucida, fatta con la testa e non con la pancia. E Brescia ha capito: il sentire comune della città è quello della solidarietà e non della chiusura nelle paure e dietro gli steccati».
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

6 COMMENTI

  1. anche a milano hanno manifestato…per la nascita di maometto…..e alla domanda della giornalista tv che ha chiesto se per caso , per caso fossero d’accordo sugli omicidi di parigi , i signori moderati musulmani hanno detto si siamo d’accordo…….abbi amo delle serpi in seno e stiamo ancora a parlare di dialogo !!!!

  2. Contro il terrorismo non ci si può dividere. Tutti uniti, senza differenze di religione, di etnia o di idee politiche. Non dimentichiamo che il maggior numero delle vittime dei terroristi islamisti sono proprio i musulmani. I terroristi vanno isolati.

  3. tutti uniti chi ? noi e basta visto che i 5 maomettani presenti hanno voluto darci a bere una visione dell’islam
    pacifico… certo , però tutti concordi sugli omicidi di parigi……, pacifici a belle parole , integralisti come sempre lo è un buon musulmano !

  4. questo il programma prossimo che il ministero degli interni emanerà a breve :
    a) classificazione e lista di tutti gli immigrati in italia
    b) espulsione immediata di tutti i clandestini presenti sul suolo italiano
    c) chiusura delle frontiere e blocco navale nelle acque territoriali italiane di qualunque tipo di imbarcazione
    d) chiusura di tutte le moschee classificate a rischio e espulsione degli imam
    e) ogni regione avrà un punto di raccolta dedicato a quei soggetti classifficati pericolosi per la sicurezza nazionale ed espulsi successivamente
    f) chiusura di tutti i centri di raccolta ed espulsione immigrati
    g) obbligo per ogni musulmano di utilizzare esclusivamente la lingua italiana
    h) black out su ogni attività internet di proselitismo e di lingua araba
    i) pena di morte per atti terroristici compiuti sul suolo italiano

  5. Ma scusami, che film hai visto prima di scrivere il tuo commento ? "emanerà " ? O " si auspica che emani " ?? Vorresti essere più preciso ?

RISPONDI