An Brescia-Eger: tutto pronto per la sfida di Champions a Mompiano

0
Bsnews whatsapp

La piscina di Mompiano torna ad essere una vetrina internazionale: domani sera, alle 20.30 (con diretta televisiva su Raisport 2), per il terzo turno della fase preliminare di Champions League, l’An Brescia se la vedrà con il ZF Eger, squadra detentrice del titolo ungherese. Dopo il pareggio d’esordio con i greci dell’Olympiacos, e dopo il pareggio in casa dei campioni in carica – e già qualificati alla prossima Final Six – del Barceloneta, l’An è chiamata a una prova d’eccellenza per cercare di far valere appieno il fattore campo. Finora, Presciutti e compagni hanno già dimostrato di saper gestire, reagendo in modo positivo, i momenti più difficili e delicati (si pensi al finale col Recco, alla rimonta di Barcellona, o anche alla sudata vittoria di sabato sullo Sport Management), ma adesso è necessario un ulteriore passo in avanti. Domani, lucidità e determinazione dovranno essere al massimo consentito, e forse qualcosa di più: l’Eger (attuale terza forza del campionato magiaro, a due punti dall’Orvosi e a cinque dal fortissimo Szolnok) arriva a Brescia con un solo punto all’attivo, frutto del rocambolesco pari agguantato (nei ultimi due secondi) a Barcellona, per cui c’è da aspettarsi un avversario col coltello tra i denti. Nel turno casalingo con il Recco, il team guidato da Norbert Dabrowski ha incassato una pesante sconfitta (4 a 12), e anche questo dato non può che alzare il coefficiente di difficoltà. Al di là delle motivazioni, l’Eger vanta una rosa di primo livello, soprattutto grazie alla campagna acquisti effettuata quest’estate: i serbi Branislav Mitrovic (portiere, dal Debrecen), Milos Cuk (centrovasca, dal Partizan Belgrado) e Boris Vapenski (mancino, dalla Stella Rossa Belgrado), il montenegrino Uros Cuckovic (difensore, dal Partizan Belgrado), e gli ungheresi Marton Szivos (attaccante, figlio e nipote d’arte, dallo Szeged) e Norbert Hosnyanszki (attaccante, dal Szolnok), assicurano notevole qualità e una più che consolidata esperienza. Dunque, le premesse per una serata di spettacolo ed emozioni, non mancano e l’augurio è che pure i tifosi bresciani facciano la loro parte (il costo d’ingresso è di 10 euro, gratis per gli under 14 e i tesserati An).

«Giocando in casa – afferma il tecnico biancazzurro, Sandro Bovo -, per noi sarà importantissimo fare bene: fin da subito, dovremo esprimerci con grande aggressività e con la massima attenzione in difesa. È chiaro che non sarà facile, l’Eger schiera un mix di giocatori ungheresi e dell’area serbo-montenegrina, ovvero due delle scuole d’eccellenza della pallanuoto mondiale: sarà un test duro e noi siamo pronti a dare il meglio».

«Faremo di tutto per vincere – dice il giovane centroboa dell’An, Lorenzo Bruni -, dopo due pareggi, la sfida di domani è un passaggio chiave per rimanere in corsa per la qualificazione. Gli ungheresi sono un ottima formazione, con giocatori che hanno tanta esperienza sulla scena internazionale. Dal canto nostro, la condizione è molto buona, anche sabato abbiamo saputo gestire bene i momenti difficili: domani, dovremo concentrarci sul nostro gioco, sfruttando tutto il nostro potenziale».

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI