#salviamoilbrescia: l’ultimo grido d’aiuto parte dai calciatori e arriva a Roma

0
Bsnews whatsapp

E’ stato lanciato nei giorni scorsi dal Brescia Club Vittorio Mero in collaborazione con il coordinamento dei club l’hashtag #salviamoilbrescia che tenta, attraverso la contaminazione virale in Rete, di mobilitare chiunque possa salvare il Brescia dal fallimento atteso. Persino i giocatori ci hanno messo la faccia pubblicando una fotografia con un lenzuolo bianco e la scritta “Salviamo il Brescia”. Cosa che hanno fatto qualche ora fa anche dalla Camera dei deputati i leghisti Davide Caparini e Stefano Borghesi che hanno posato con un foglio bianco con l’hashatg #salviamoilbrescia.

A questo punto mancano davvero poche ore prima della scadenza del 15 gennaio, ma la speranza che il Brescia possa salvarsi è davvero sottile.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Confesso la mia parziale ignoranza dei fatti sportivi legati al Brescia, ma mi sembra di capire che il crollo finanziario sia soprattutto coinciso con quell’avventura ambiziosa in serie A del 2010, conclusasi poi con una catastrofica retrocessione, legata ad acquisti "pesanti" (Hetemay, Konè, Diamanti, Eder, ecc.) e quindi al progetto Nani-Corioni troppo rischioso e sovradimensionato se non si fosse rimasti in A. Errore fatale e finale sia strategico che gestionale. E’ andata così ?

  2. mi ricordo che da bambino una volta (l’unica) andai con lo zio al rigamonti. C’era Brescia Mantova. Parcheggiammo la cinquecento bianca poco lontano. All’interno non molta gente, ma l’atmosfera era felice, le tifoserie mescolate. No curve nord, no ultras rasati, no bestemmie e rutti. Che bei ricordi. Ecco è una buona cosa se il Brescia fallisce. Il film si riavvolge, gli animi si calmano e i piedi tornano per terra.

  3. ecco è arrivato PINKO con le sue elucubrazioni mentali , anche in questo caso miter PINKO si distingue per la sagacia del suo intervento oltre che per la perspicacia con la quale sempre fomenta astio anche in questo caso , dove lo sport non ha nulla a che fare ne con la lega , ne col pd , ne con il pci !
    bravo , bene , bis PINKO , HAI VINTO IL TELEPANTEGANA !

  4. già , l’era corioniana verrà ricordata sulle macerie di questo brescia . poco importa , abbiamo ricostruito brescia dalle macerie dei bombardamenti , ricostruiremo il brescia calcio di nuovo poco male , dobbiamo solo attendere e avere speranza , brescia calcio rinasce NUOVA, PULITA, PIU FORTE DI PRIMA ….senza corioni famiglia ovviamente !

  5. …E’ l’assurdita’ piu’ totale… Il Sig. Bonometti che si sta’ svenando per trovare degli spiccioli ad altri imprenditori o azionariato popolare , quando lui e’ un potentissimo imprenditore con fatturati di oltre 800 milioni di euro l’anno ed aziende dislocate nel bresciano ma anche all’estero… E’ davvero assurdo che lui personalmente con la voglia che ci sta’ mettendo per sistemare questa tristissima situazione , non entri DIRETTAMENTE (Con le banche ha fidi altissimi e garanzie totali) La situazione e’ sorprendente!!!! L’unica ssopluzione e’ lui , ma a quanto pare non ha interesse ad entrare , quindi meglio il fallimneto e ripartire…

RISPONDI