Trenzano, il sindaco nega la cittadinanza a un marocchino che non legge l’italiano

28

Continua a far parlare di sé il sindaco di Trenzano, Andrea Bianchi. Dopo la sua partecipazione come ospite di un’assemblea di Forza Nuova dove si parlava di immigrazione, il primo cittadino è tornato a discutere dopo aver rimandato di un mese la consegna della cittadinanza ad un marocchino residente in Italia da 20 anni, sposato e padre di tre figlie.

L’uomo si è presentato in Comune il 17 dicembre scorso per ricevere la cittadinanza ma, non essendo stato in grado di leggere in italiano il giuramento di fedeltà alla Costituzione, è stato rimandato a gennaio.

La decisione di rimandare la consegna ha suscitato parecchie polemiche, ma il sindaco si è detto convinto della propria decisione, “nel rispetto della legge e della storia”. Al marocchino non resta che imparare bene la lezione e riprovarci.

COMMENTI BLOCCATI DALLA REDAZIONE A CAUSA DELLE RIPETUTE VIOLAZIONI DEL REGOLAMENTO DEL SITO

Comments

comments

28 COMMENTS

  1. ma che bravo. Forse quest’uomo non riusciva a leggere bene a causa dell’emoxzione o forse nella lettura è più scarso. Non è la lingua a renderci italiani ma il rispetto che portiamo per la nostra terra

  2. BRAVO SINDACO !!! Ma cosa si credono ? Solo x il fatto di essere qui e di usufruire di tutti i benefici di legge a loro riservati, ottenere anche la cittadinanza senza conoscere la nostra lingua ?! La cosa sconvolgente è che qualcuno si meravigli di questo sindaco invece di applaudire…diventa re ITALIANO deve essere un privilegio non un diritto acquisito come tutti gli altri ! BRAVO SINDACO !!!

  3. statua di andrea bianchi al posto del bigio , bravo sindaco così si fà !
    scelgno l’italia per comodo e per i servizi e i diritti , ma il dovere almeno di conoscere la lingua dove risiedi è il minimo….se no che integrazione mai potrebbe avere questo " moderato muslmano " ?
    a baita !

  4. Allora un italiano ignorante che non sa leggere dovrebbe perdere la cittadinanza. Molti dei commentatori razzisti scrivono malissimo l’italiano. Togliamo anche a loro la cittadinanza? Per non parlare poi di quelli che pur sapendo leggere l’italiano non leggono mai nulla e sono ignoranti come capre. Togliamo a tutti questi la cittadinanza italiana? Io sono d’accordo.

  5. certo , pretetendi forse che gli sia dato l’interprete a spese comunali ? ci vai tu ?
    e anche se ci sono ( forse ) analfabeti o poco predisposti alla lingua di dante , sai cosa ci permette di vivere ugualmente tra la gente : IL DIALET DE BRESA !
    E poi se dai del razzista per questo motivo che mi pare logico , se tu vai in svezia e non sai parlare ne scrivere lo svedese che fai ? ti danno la cittadinanza ? , significa che sei TU un prepotente e anche uno stolto . fai concorrenza a mister PINKO per sagacia e perspicacia…auguri , ciao

  6. se emigri in qualsiasi altro paese che non sia il tuo in cerca di lavoro , mi pare il minimo conoscerne l’idioma . lo fai anche se ci vai in vacanza….quindi non vedo dove sia il problema ,anche perchè signor IGNORANTE ( mai post ha avuto un titolo così appropriato ) come faresti ad " integrarti " ???????????

  7. ecco che impari bene la lezione , da 20 anni italia e non sa leggere l’italiano…questa è la loro vera integrazione …quella degli slogan però , il resto rimane uguale come a casa loro e pretendono , diamogli ancora le moschee che così l’italiano lo imparano subito !
    Sindaco accertati che non abbia imparato a memoria il giuramento, fagli leggere una pagina del giornale di brescia o di bs nwes !

  8. Come ha scritto Severgnini sul Corriere con gli immigrati bisogna essere intransigenti e non intolleranti. Applicare le regole significa essere intransigenti. Complimenti a Bianchi, uno con gli attributi, in mezzo a tanti cagasotto.

  9. mon capisco bene il tuo nome , sorry .
    non è questione di razzismo , è questione di sociale integrazione , dimmi te come fai ad " integrarti " se non capisci la lingua ? parli con i gesti ? porti un inerprete ? mi pare che 20 anni sono piu’ che sufficienti per conoscere almeno le basi dell’italiano e saper almeno leggere .
    se no ci sono altri bei paesi europei dove parlano altre lingue , la francia , l’inghilterra , la germania ….ma in italia parliamo ,leggiamo , scriviamo in italiano quindi il problema non è razzismo ( se ti senti discriminato allora che ci stai a fare in italia ? nessuno ti obbliga …… ) e il problema è vostro , non nostro perchè siete voi che dovere adeguarvi , non noi che tu chiami razzisti !!!!!!
    non ti piace stare in italia ? vai a orio prendi il primo volo per il marocco e restaci se vuoi, in italia la legge si rispetta .
    ciao

  10. simimi se io vengo per lavorare in marocco e non so nulla della tua lingua che faccio ? torno indietro .
    ma non per questo devi dire che siamo razzisti perchè mi pare che se hai scelto l’italia vuol dire che ci stai bene no ? come esiste la legge in marocco esiste anche in italia . ciaoصد&# 1610;قي

  11. fossi in te chiederei alla direzione di bs nwes di rimuovere il tuo illuminante post ……
    se non lo fanno ti querelo per calunnia . anzi ti querelo ugualmente .
    grazie

  12. chiedo alla direzione di bs nwes di rimuovere il commento del sig pino delle ore 12,53 , diffamatorio e offensivo .
    grazie

  13. Come può un cittadino che non parla bene l'italiano e non lo sa leggere pensare di diventere cittadino italiano ???? Ma stiamo scherzando ???? E poi non è' questa una dimostrazione che in 20 anni non ha VOLUTO integrarsi con noi???? Bravo sindaco , anche gli altri sindaci DOVREBBERO IMITARLO !!!!!!!!

  14. Giusto sarebbe che togliessero la cittadinanza agli italiani che non sanno scrivere e parlare correttamente l'italiano, cioè il 90 % degli ita

LEAVE A REPLY