Un mentore per ogni studente, è l’ambizioso progetto di Prospera

0

Un professionista affermato disponibile a essere per sei mesi l’«angelo custode» di un giovane che, ormai al termine del suo percorso di studi universitari, inizia ad affacciarsi sul mondo del lavoro. E’ quanto intende fare l’associazione “Prospera” (acronimo per PROgetto SPERAnza) con il progetto di Mentoring, realizzato in collaborazione con l’Università Statale degli Studi di Brescia.

Dopo la positiva esperienza dello scorso anno e contemporaneamente alle università di Milano, Torino e la Sapienza di Roma, l’associazione, nata nel 2009 senza fini di lucro con l’obiettivo di formare una classe dirigente responsabile e trasparente, ha deciso di ripetere questo progetto a Brescia anche per il 2015. L’iniziativa, che sarà presentata giovedì 15 gennaio alla facoltà di Ingegneria (sala Consiliare via Branze, 38, Brescia), consiste nell’affiancare a venti studenti che stanno effettuando l’ultimo anno del percorso di studi selezionati tra le quattro facoltà dell’Ateneo (Medicina, Ingegneria, Economia e Commercio, Giurisprudenza) altrettanti mentori della sezione cittadina di Prospera, associazione che riunisce 1.300 tra manager, docenti universitari, imprenditori e professionisti, impegnati a titolo volontario per sostenere speranza e ambizioni delle nuove generazioni.

Ciascun mentore, grazie al notevole bagaglio di esperienze professionali accumulato, potrà quindi fornire un aiuto concreto al giovane per muovere i primi passi nel mondo del lavoro. In questi giorni verrà pubblicato il bando sul sito dell’Università di Brescia ed entro il 6 febbraio verranno raccolte le candidature dei laureandi. Entro fine febbraio un apposito comitato di selezione, composto da rappresentanti dell’Università e da soci di Prospera, sceglierà quindi 20 giovani mentee, ciascuno dei quali sarà poi “abbinato” al proprio mentor durante la cerimonia in programma il 3 marzo nell’Aula Magna dell’Ateneo.      

Comments

comments

LEAVE A REPLY