MotoParking, il Made in Italy conquista la Spagna

0
Bsnews whatsapp

Motoparking conquista la Spagna. Il celebre Mercado de la Cebada di Madrid si è, infatti, dotato della postazione-parcheggio – 100 per 100 Made in Italy – dedicata a centauri, scooteristi e ciclisti. Con sei postazioni già installate e quattro in fase di ultimazione, la capitale spagnola è entrata così a far parte del circuito delle città che hanno scelto di dare questo servizio agli amanti delle due ruote.

Poco prima di Natale una decina di motoparking sono stati installati anche nel parcheggio dell’ospedale di Valladolid, in Castiglia. Ma nelle settimane precedenti altri impianti erano stati collocati a Malaga, in un posteggio comunale, e nei  centri commerciali di Valencia (Bonaire) e di San Sebastian de lo Reyes (Style Outlet). Insomma: l’innovativa postazione per moto realizzata tra Brescia e Torino si sta diffondendo a macchia d’olio in Spagna e in tutta Europa. Visto che – oltre all’Italia – ha già raggiunto Svizzera, Polonia, Francia e Regno Unito.

"Sono tanti i motociclisti e i ciclisti che visitano il mercato del centro storico di Madrid. – racconta Juan José Morales, direttore del Mercado de la Cebada – Volevamo offrire loro un servizio in più e MotoParking era la soluzione perfetta, perché permette di parcheggiare il veicolo in tutta sicurezza, ma soprattutto lascia ai centauri la libertà di muoversi, passeggiare e fare acquisti senza pesi di troppo".

Motoparking è una postazione-parcheggio dotata di armadio in acciaio inox e catena che permette al motociclista una sosta in assoluta tranquillità e comfort. Per la zona del mercato di Madrid è stata scelta la versione City, la cui dimensione compatta ne favorisce l’utilizzo urbano. Oltre a mettere in sicurezza il mezzo con la catena anti-taglio in dotazione, consente di riporre all’interno il caschetto, la trousse per gli accessori e, nel caso delle bici, anche il sellino, spesso oggetto di furti. Tutto questo sia in inverno che d’estate, visto che Motoparking ha un rivestimento impermeabile e un sistema di circolazione d’aria interna che mantiene una temperatura stabile per casco, protezioni, abbigliamento tecnico e borse.

Motoparking esiste anche in versione Touring: un modello più capiente che normalmente viene allocato in aree di sosta comunali, alberghi, luoghi di ristorazione, località turistiche, centri commerciali, grandi uffici e aeroporti.

Motoparking è già una realtà consolidata e Madrid è solo l’ultimo dei traguardi raggiunti: dal Porto antico di Genova al Centro area 12 presso lo Juventus Stadium di Torino in Italia, alle oltre 200 postazioni installate tra Francia, Svizzera e Polonia, MotoParking è un vantaggio che passa velocemente dagli utenti ai gestori, sia per la possibilità di un ritorno economico diretto (ad esempio nei parcheggi comunali e privati a pagamento), sia perché permette a realtà turistiche e centri commerciali di aumentare i propri servizi e quindi diventare più appetibili per i motociclisti. Ultimo caso a Saluzzo, in provincia di Cuneo, dove la Gestopark ha ottenuto fino al 2019 l’appalto dei parcheggi a pagamento della zona grazie proprio a MotoParking, il vero valore aggiunto dato agli utenti delle due ruote sul versante della sicurezza.

Infatti, sapere che un luogo è dotato di un parcheggio per le moto, gli scooter e le bici sicuro e confortevole, è un plus per attrarre clientela e pubblico, tanto più alla luce del fatto che ogni punto MotoParking è segnalato sul sito dedicato, dove i centauri possono accedere e prendere visione della collocazione dei punti. Inoltre ogni postazione è brandizzabile, permettendo così ai gestori di mettere in luce la propria attività o, eventualmente, di cercare uno sponsor che finanzi le (comunque contenute) spese di installazione.

 

MotoParking è un prodotto made in Italy: è ideato, progettato e realizzato al cento per cento in Italia, tra gli stabilimenti di Brescia e Torino. Progettisti e produttori ne hanno studiato forme e design per rendere la vita degli amanti delle due ruote all’insegna della libertà prima, dopo e durante il viaggio.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI