Millenium doma S. Donà e arrivano 3 punti

0

Dopo lo scivolone di San Lazzaro le bianco-nere tornano a sorridere grazie ai 3 punti guadagnati in una gara dalle premesse delicate. San Donà è una squadra che ha già dato del filo da torcere a molte formazioni del girone, pertanto è stato determinante l’approccio delle padrone di casa, scese in campo determinate a spezzare qualsiasi facile entusiasmo, caratteristico delle squadre giovani. Giovani ma talentose, visto che le venete neo-promosse hanno ben 3 elementi nel giro della nazionale juniores.

Coach Nibbio deve fare a meno di Zamora e Saltalamacchia per due lievi infortuni, sostituite da Biava in banda e Calzoni come libero. A loro si affiancano Galtarossa al palleggio, Baldi opposto, De Stefani ala, Raccagni e Dall’acqua centrali. La partenza del Millenium è fulminea, e spiazza del tutto le ospiti che vanno in confusione. Alle padrone di casa entra bene la battuta dove realizzano subito 4 ace, sono molto precise in ricezione e vanno forte a muro, in quest’ultimo fondamentale è decisiva Dall’acqua con 6 muri-punto in totale. Alla Service Med non resta che raccogliere le briciole del 25-10 finale.

Nel secondo set le venete prendono un po’ le misure alle lombarde, e l’inizio è più equilibrato. Millenium forza la battuta, dalla quale raccoglie 3 punti ma 7 errori, e così tiene in vita le avversarie. L’attacco del Millenium però gira forte e Raccagni piazza un paio di fast di prepotenza che spingono le bresciane sul 15-13. Da questo momento le bresciane prendono il largo grazie a un gioco più variegato, Biava colpisce e De Stefani infierisce per il 21-17. Baldi attacca tanti palloni con successo e fa buon bottino con 20 centri totali. Millenium vola 25-19.

Nel terzo frangente però le cose cambiano, le bresciane sbagliano e vanno subito sotto di 2 punti, che diventano 4 al primo tempo tecnico. Millenium sbanda in ricezione e difesa, complicando quindi la costruzione del gioco (6-12), prova a resistere grazie a un buon lavoro a muro ma manca l’aggancio alla Service Med. I 4 errori dai 9 metri si fanno sentire per il 19-22, ormai il set è compromesso e termina 21-25.

Le leonesse bresciane devono tirare fuori gli artigli ora per non farsi sfuggire la partita di mano e vanno 4-4 inizialmente. Baldi fa male alla difesa di San Donà e fa segnare 8-6 al time-out, ma qualche imprecisione fa ritrovare il pareggio 10-10 e 11-11 alle avversarie che puntano tutto su Grigolo. Dentro Bellini per spingere con il servizio e per dare una mano in seconda linea. Da questo momento però Brescia si ritrova: la ricezione torna a buonissimi livelli e l’attacco fa male con varietà di colpi. Le venete sono costrette a chiamare time-out 18-13 per riorganizzarsi, ma ogni tentativo è vano perché Millenium resta avanti. Millenium fa valere la sua superiorità e inchioda la Service Med 25-19, con il palleggiatore Galtarossa che si toglie lo sfizio di portare a casa ben 9 punti (2 ace, 3 muri, 4 attacchi), e con Calzoni e Biava che ben rispondono nel sostituire le compagne infortunate.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome