Presidente della Repubblica, gli imprenditori bresciani scelgono Emma Bonino

0

Secondo una indagine realizzata dalla Camera di commercio di Monza e Brianza, è Emma Bonino la prediletta per il ruolo di Presidente della Repubblica dagli imprenditori. L’esponente radicale raccoglie il 14,4% delle preferenze, mentre al secondo posto si piazza Giuliano Amato (10,8%), seguito da Luca Cordero di Montezemolo (7,0%), Stefano Rodotà (6,0%), quindi a pari merito di preferenze Diego Della Valle, Anna Finocchiaro e Romano Prodi (4,3%).

Questo emerge da una indagine realizzata dalla Camera di commercio di Monza e Brianza su un campione di 400 imprenditori lombardi, indagine che entra nei dettagli delle singole città.  Emma Bonino, infatti, vince a Brescia, Como, Milano e Monza e Brianza, mentre Lecco preferisce Montezemolo e Varese Rodotà. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. La moralista che incassa milioni di euro all’anno per radio radicale.
    Perfetta per rappresentare una parte dell’imprenditoria: quella che fa impresa con i soldi degli altri.
    Io voterei Bernardo Caprotti o Michele Ferrero o Leonardo del Vecchio.

  2. rodotà fuori dai giochi di potere?Già nel partito radicale, opinionista su Panorama,Eletto alla Camera come indipendente di sinistra nel 1979, 1983, 1987, ex presidente del Pds (1991-1992), ex garante per la privacy (1997-2005) e padre del pensiero che ha dato origine all’ossessione italiana per la privacy. Alle elezioni per il presidenza della Repubblica nell’aprile 2013, appoggiato dal Movimento 5 Stelle, arrivò a prendere 250 voti.

  3. Aggiungerei che solo di vitalizio parlamentare il Rodotà incassa mensilmente 8455 euro, a cui aggiungere la pensione per la lunghissima carriera di professore universitario, gli anni (ben pagati all’autority porteranno qualcosina di pensione integrativa? Naturalmente la figlia Maria Laura è casualmente editorialista al Corriere della Sera (ma anche ex-moglie del giornalista Massimo Gramellini: la Stampa, trasmissioni RAI3-Fazio).

  4. Ahh,ahhh,ahhhh, cari utenti, da qualunque parti Vi girate troverete politici di "lungo corso", tutti sono imparentati tra di loro ..proprio come le nomenclature….Ahi, questi radical chic….Prtima di tutto la famiglia (loro)

  5. Imprenditori di vista corta. Intanto siamo in dirittura d’arrivo per il Presidente del Nazarano: io azzardo Pier Ferdinando Casini, in arte Azzurro Caltagirone (marito in seconde nozze, da buon cattolico particante, di Azzurra Caltagirone, figlia del noto imperatore delle costruzioni). Fra i primi atti della sua Presidenza della Camera, in piena era berlusconiana, si ricorda il pellegrinaggio struggente, per conto dello Stato Italiano, ad Hammamet sulla tomba del defunto pregiudicato latitante Bettino Craxi. Casini sta bene a tutti: politico democristiano di lungo corso, già segretario di Forlani, poi berlusconiano, poi anti berlusconiano, mai troppo ostile al centrosinistra, conosciuto negli ambienti internazionali. Un politico davvero per tutte le stagioni, un po’ come i soprabiti beige di mezzi peso che non ci sono più in commercio…

LEAVE A REPLY