Storie di vino e di Jazz, un viaggio tra sapori e musica in Torre

0

Inizia un vero e proprio viaggio tra i sapori del territorio bresciano e la grande musica a cura di New Vision in collaborazione con la Torre d’Ercole. Mercoledì 28 gennaio, nel locale di via Cattaneo a Brescia, alle 21, andrà in scena il primo appuntamento di "Storie di vino e di jazz", rassegna che vedrà, ad ogni occasione, un vignaiolo che presenterà la propria azienda agricola e il proprio vino e a cui farà seguito la musica d’autore. Protagonisti dell’evento di mercoledì l’azienda agricola il Pendio di Michele Loda che farà degustare le proprie perle di vite avendo come sottofondo le note vibrate di Gabriele Mitelli e Pasquale Mirra in un duo "groove & move".

Un viaggio intimo e magico che scorre in flusso libero dove emergono temi improvvisati e echi delle musiche di Dudu Pukwana, Don Cherry, Louis Moholo e altri artisti della tradizione afro americana. Gabriele Mitelli è uno dei più giovani e interessanti trombettisti e compositori italiani ed ha suonato con alcuni dei più importanti musicisti della musica jazz e di confine tra cui Ralph Alessi, Markus Stockhausen, Gianluca Petrella e Giovanni Guidi, Cristiano Calcagnile, Beppe Scardino, Tino Tracanna. Con lui Pasquale Mirra, considerato uno dei vibrafonisti più interessanti della scena italiana ed internazionale. Oltre a collaborare con grandi improvvisatori della scena mondiale, tra i quali Michel Portal,Fred Frith, Nicole Mitchell, dal 2008 suonacon il noto percussionista Hamid Drake con il quale suona e ha suonato in diversi progetti partecipando a numerosi festival in America e in Europa.

Ma sarà il vino protagonista in questo tripudio di musica con l’azienda il Pendio, realtà franciacortina piccola ed artigianale di Michele Loda, che coltiva 5 ettari su roccia calcarea biancastra. Michele aprirà le porte di una cantina piccolissima in cui è diventato “maestro di incastro” in una lavorazione, – quella dello spumante -, che tra prese di spuma remuages e sboccature, richiede un costante impegno. Non solo bianchi con le bollicine: il Pendio produce anche da vitigni Cabernet Franc, Merlot e Pinot nero in purezza.

Comments

comments

LEAVE A REPLY