Treni regionali: premi mensili e annuali agli equipaggi puntuali

0
Bsnews whatsapp

Un premio mensile e un premio annuale per gli equipaggi che garantiranno le migliori performance in termini di puntualità: questa l’idea dei vertici di Trenord per cercare di diminuire i ritardi sulle linee utilizzate dai pendolari. Il progetto sarà sperimentato anche sulla linea Verona-Brescia-Treviglio-Milano, i viaggiatori bresciani sperano che i convogli riescano così a rispettare le tabelle di marcia.

La presentazione dell’iniziativa, programmata su un periodo di tre anni, è stata fatta dall’amministratore delegato di Trenord, Cinzia Farisè, dal presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni e dall’assessore regionale alla Mobilità, Alessandro Sorte. Tra 2015 e 2018 l’obiettivo della società è quello di passare dal 72% di treni a destinazione entro i 5 minuti di ritardo (dato del 2014), ad almeno l’82% nel 2015, per arrivare poi al 90% entro fine 2018.

E’ la stessa società di trasporti a chiamare "Top gun" il premio istituito per i migliori equipaggi del mese e dell’anno in termini di puntualità; premi ci saranno anche per le squadre che garantiranno la migliore manutenzione dei treni e per quelle che apporteranno un miglioramento generale del servizio.
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. attraverso l’incentivo del premio potremmo avere treni più puntuali e puliti? ma allora fino ad oggi questa gente ha lavorato con il c…?

  2. se i premi servireanno a alzare lo standard dei servizi allora ben vengano. In tutte le aziende esistono i premi produzione o gli incentivi alla fine di un progetto, non occorre che gridiate sempre la vostra rabbia verso il pubblico…quando fa qualcosa di positivo va riconosciuto e questo è positivo

  3. Il problema è che il "qualcosa di positivo" la gente pagata per lavorare dovrebbe essere scontato che già lo faccia. O no? I premi si danno quando si fa qualcosa in più; per la normale amministrazione ci sarebbe già lo stipendio…

  4. Infatti lo stipendio esiste per quello,ma poi mi chiedo io,considerato che la linea e sempre quella,che ha dei limiti di velocita ben stabiliti,che le tratte ferroviarie vanno impegnate rispettando un certo ordine che non dipende da chi guida,che se ci sono tratti con lavori la velocita va ridotta o ci si deve fermare e attendere e ancora una volta non dipende da chi guida, dove sarebbe il margine per migliorare la puntualita da parte di chi guida il treno???

    il fatto che i vagoni facciano schifo nonostante si paghi un lauto biglietto anche solo per fare bs-milano invece e sicuramente colpa del personale viaggiante,non di chi amministra ovviamente….

RISPONDI