La Guardia di Finanza nella sede della Comunità Montana: sotto esame le spese

0

Tutto è partito addirittura un anno fa con l’esposto di Severino Damiolini, consigliere comunale della Lega Nord di Sellero. Damiolini considerava eccessivi i 68mila euro chiesti come rimborsi spese da Corrado Tomasi, alla guida della Comunità Montana di Valle Camonica e del Bim (il Consorzio dei Comuni) tra 2010 e 2012 ed attuale consigliere regionale del Partito Democratico.

La scorsa settimana l’esposto ha portato gli agenti della Guardia di Finanza all’acquisizione di documenti nella sede dell’ente in piazza Tassara a Breno. La visita, se così si può chiamare, era stata anticipata, non si tratterebbe in alcun modo di perquisizione o blitz a sorpresa. I documenti prelevati saranno ora trasmessi alla Procura.

La vicenda si completa con una querela dello stesso Damiolini a Tomasi.
(Red.)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome