La Guardia di Finanza ancora nelle sedi di Ubi: indagati i vertici dell’Istituto

15

La Guarda di Finanza di nuovo nelle sedi di Ubi Banca e nella sede di Bergamo della Compagnia delle Opere e della Confederazione degli artigiani di Bergamo. Nel mirino, scrivono le agenzie di stampa, le presunte irregolarità che ci sarebbero state durante l’assemblea della banca del 2013, quando sono stati eletti il Consiglio di Sorveglianza e il Consiglio di gestione dell’istituto: per l’accusa, in quell’occasione sarebbero state raccolte illegalmente deleghe in bianco e anche deleghe con firme falsificate.

Secondo quanto riferiscono le agenzie di stampa sarebbero sotto indagine il presidente del consiglio di sorveglianza di Banca intesa San Paolo Giovanni Bazoli nella qualità di presidente dell’ Associazione banca lombarda e piemontese e i vertici di Ubi banca Franco Polotti  (presidente del consiglio di gestione), Andrea Moltrasio (presidente del consiglio di sorveglianza), l’ad Victor Massiah, Mario Cera (vicepresidente vicario del consiglio di sorveglianza), e Emilio Zanetti (consigliere di amministrazione della Banca Popolare di Bergamo e della Banca Popolare Commercio e industria). Per sei il reato è mancata vigilanza. Indagati anche, scrive Ansa, Antonella Bardoni, presidente della Confiab (Confederazione artigiani di Bergamo) e componente il consiglio di sorveglianza di Ubi Banca, Giuseppe Sciarrotta, responsabile del servizio rapporti con i soci dell’istituto, Guido Marchesi, consulente dello stesso servizio, Marco Mandelli, direttore generale della Banca Popolare Commercio e Industria (gruppo Ubi),e Rossano Breno, in passato presidente della Compagnia delle Opere di Bergamo. Per loro ipotizzato il reato di illecita influenza su assemblea.

A capo dell’inchiesta la Procura di Bergamo e il pm Pelosi, che già nel maggio scorso aveva contestato ai vertici di Ubi banca e anche di Ubi leasing i reati di ostacolo alle funzioni di vigilanza e solo a Ubi leasing quelli di truffa e riciclaggio. Il reato risalirebbe, secondo l’accusa, al momento di fusione di Banca Popolare di Bergamo e altre Banche Popolari. Secondo l’accusa, due gruppi di azionisti di Ubi-Banca – l’Associazione Amici di Ubi e l’Associazione Banca Lombarda e Piemontese, avrebbero predeterminato i vertici di Ubi senza informare le autorità di vigilanza. Rispetto, invece, alle accuse di truffa e riciclaggio per gli ex dirigenti di Ubi-Leasing la magistratura aveva trovato irregolarità nella compravendita di beni di lusso, tra che venivano ceduti in leasing a persone fisiche e società.

Comments

comments

15 Commenti

  1. finalmente quello che aveva detto la Gabanelli un anno fa sta diventando realtà !!! Bacoli e il suo amico polacco di Borno adesso andranno a pregare alla Chiesa dei Miracoli ??? speriamo bene …..

  2. e l’aereoplanino dato in leasing al lele mora subito dopo fallito e insolvente e rimasto anni nel deposito di linate a pagamento ovviamnte e quindi svenduto a tre soldi ? o lo yacht akir 108 da 10 milioni di euro in leasing ubi poi " ceduto " a pesenti per meno di 4 milioni ?
    …….poi tutti in chiesa come i bravi ex san paolo , tutti in prima fila a venerare tovini………..mi fate schifo !

  3. ……. tutti di estrazione super collaudata cattolica , la finanza bianca , le reminescenze della ex banca san paolo , dove per caso , quasi tutti i menzionati poggiavano i loro culoni dorati e super gettonati già allora facendo circolo chiuso…….ora aspetto sulla riva del fiume … e rido !
    è già un paio di anni che queste vocette circolavano , e non sono stupito nemmeno dalla compagnia delle……opere…p ie, sì , …….dopo rimini , varese , milano ….che tocchi anche a brescia scoprchiare il vaso di pandora ????

  4. chiederemo i danni per l’eventuale crollo del titolo ubi in borsa in relazione a questo scandoloso scandalo risaputo…., assemblea dei piccoli soci in data da definire con definizione dei super incarichi superpagati a dx e sx da ubi a piene mani a collboratori , manager e passacarte vari…..ai quali si chiederà conto !

  5. ….mediamente per un semplicissimo leasing ti accreditavano una percentuale , 3-4% del valore erogato , ma a monte vi sono gli squali che si pappano tutto o quasi ……per i controlli dovuti e richiesti sulla fattibilità , sulla onorabilità del credito concesso , le garanzie in poche parole richieste a fronte del finanziamento …..bhe , un leasing " normale " prende la via e l’ iter " normale " con tutta quella serie di passaggi necessari al buon esito o meno dell’ opera<ione …ma leasing di questi importi , " anormali " prendono soltanto la via principale e seguono una via diversa ….,e deliberare se mai solo nelle alte , altissime , oscure stanze all ‘ ultimo piano dove la luce resta accesa sino a tarda sera……

  6. Come tutte le inchieste sulla finanza e banche di vario tioi e genere finirà in pappa e ciccia. Ovvero caso mai verranno condannati le condanne saranno ridicole e, tra indulti,condoni,ridu zioni a vario titolo , condizionale non si faranno manco un’ora di galera e pagheranno multe ridicole ed irrisorie. basta vedere che fine sta facendo l’inchiesta sul Monte di paschi di Siena o sulla cooperativa triestinao quella carnica. Dopo aver rubato milioni ai cittadini risparmiatori pufff…tutto fermo..nei porti delle nebbie….

  7. Ho capito, allora semplifichiamo. Viene contestato alle due Associazioni ex-Banca Lombarda e Piemontese ed ex-BPU di avere indirizzato prima dell’assemblea dei soci la scelta della governance del Gruppo UBI, sottoposto allo Statuto delle banche Popolari ed al voto capitario. Niente di mostruoso nè clamoroso sotto il profilo penale. Nel frattempo, il Governo Renzi ha casualmente legiferato per trasformare le Banche Popolari in Società per Azioni. Quindi, dall’assemblea del 2016 anche i soci "di peso" di UBI potranno finalmente esprimersi in base ai pachetti azionari detenuti senza problemi collaterali o necessità accessorie (per usare un eufemismo). La magistratura può occuparsi di altro.

  8. la magistratura potrà occuparsi dei "favori agli amici " circa beni in leasing poi ceduti per uno straccetto ……, carta canta , chi ha deliberato in barba ad ogni controllo deve rendere conto agli azionisti, chi si è arricchito con plusvalenze dubbie pure……, banca colosso coi piedi di argilla !

  9. Esatto, i favori agli amici e i crediti erogati a pioggia (e senza garanzie) sempre agli amici fanno parte della storia e delle consuetudini perverse del sistema bancario, non solo italiano. Però bisogna essere realisti guardando all’esercizio, in questo Paese, dell’obbligatorietà dell’azione penale. Ve lo vedete oggi un magistrato che avesse l’ardire di affrontare di petto i sitemi corrotti, la malavita finanziaria, i poteri forti sempre meno occulti ? Ci si dimentica che dopo Mani Pulite, ci fu a breve l’avvento di Mani Libere, poi quello di di Mani Nuove ed infine quello di Mani dei Bei Tempi Passati. Dài, lasciamo perdere, siamo in Italia…

  10. A ME NON HANNO CONCESSO IL LEASING PER ACQUISTARE IL PORSCHE CARRERA 4S , PECCATO…..HO CHIUSO I CONTI E L’HO PAGATA A RATE …….., SOLO 6500 RATE …….hehehehe

  11. Se la Guardia di Finanza volesse indagare da quanto rilevato dalla Banca d’Italia durante l’Ispezione in Ubileasing avrebbe certamente il suo bel da fare per un bel po’ e gli ex vertici della Società’ a cominciare dall’ex Presidente di Brescia Musei comincerebbero a soffrire d’insonnia… E non certamente per il rimorso!…

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome