Cfp Marcolini, quasi pronti i nuovi laboratori: ampi spazi e tecnologia

0

Dopo il nuovo percorso formativo per operatore meccanico, presentato a dicembre, il cui avvio della prima edizione è prevista a partire dal 2015 – 2016, un’altra novità attende gli studenti iscritti al CFP Marcolini. Sono infatti in fase di ultimazione i lavori di realizzazione dei nuovi laboratori del CFP P. Marcolini di Capo di Ponte. A partire dal prossimo anno scolastico, il CFP P. Marcolini della Fondazione Scuola Cattolica di Capo di Ponte, disporrà di un nuovo spazio per i suoi studenti: una struttura di oltre 300 mq, disposto su 2 piani, adibito ad uso laboratoriale – didattico, articolato in 3 spazi che accoglieranno il laboratorio di termoidraulica, il laboratorio elettrico e un laboratorio di falegnameria, attualmente ubicati presso la sede di Via Marconi, grazie ai quali i ragazzi potranno cimentarsi nella pratica professionale prevista dai loro indirizzi, in più ampi spazi e mediante l’utilizzo di macchinari innovativi.

In particolare verranno potenziati e tecnologicamente innovati il laboratorio elettrico per la formazione di competenze professionali in ambito di automazione e domotica, il laboratorio di termoidraulica con nuove attrezzature e pannelli per l’impiantistica, e il laboratorio di falegnameria con nuove macchine operatrici.

Nuovi spazi, dimensioni più ampie, macchinari all’avanguardia, laboratori più strutturati per offrire l’opportunità agli allievi del CFP P. Marcolini di potenziare ulteriormente lo sviluppo di competenze professionali attraverso la formazione tecnico – pratica, che già a partire dal 1° anno di corso rappresentano oltre il 50% delle ore di formazione.

All’interno della struttura prenderà inoltre forma nei prossimi mesi il laboratorio di meccanica, che accoglierà gli studenti iscritti al corso per operatore meccanico, in partenza a partire dal prossimo anno scolastico. Un nuovo profilo volto alla formazione di operatori qualificati che al termine del percorso formativo saranno in grado di eseguire lavorazioni di costruzione e assemblaggio, manutenzione e revisione di parti meccaniche, eseguire tutti i processi di lavorazione dei metalli, sulla base di disegni e cicli di lavorazione predisposti, utilizzando macchine utensili tradizionali, semiautomatiche o a controllo numerico computerizzato.

Un profilo in uscita articolato, che sarà in grado di operare in imprese di produzione manifatturiera del settore meccanico di grande, media e piccola dimensione ed entrare nei processi di lavorazione di carpenteria, tornitura, alesatura, fresatura, laminazione, trafilatura, rettifica, foratura, assemblaggio, collaudo finale, con competenze tecniche nel disegno meccanico e nella sua lettura.

Il neo Consigliere Delegato della Fondazione e Direttore del CFP Luca Melino ha ribadito “l’importanza di investire in laboratori e strumenti sempre più strutturati per garantire agli studenti la possibilità concreta, insieme ai tirocini di oltre 400 ore in azienda, che i ragazzi svolgono a partire dal 2° anno, di acquisire competenze realmente spendibili nel mondo del lavoro”

 

La nuova struttura, la cui ultimazione è prevista nel mese di aprile 2015, verrà presentata al territorio nei prossimi mesi e sarà attiva a partire da settembre 2015.

In particolare verranno potenziati e tecnologicamente innovati il laboratorio elettrico per la formazione di competenze professionali in ambito di automazione e domotica, il laboratorio di termoidraulica con nuove attrezzature e pannelli per l’impiantistica, e il laboratorio di falegnameria con nuove macchine operatrici.

Nuovi spazi, dimensioni più ampie, macchinari all’avanguardia, laboratori più strutturati per offrire l’opportunità agli allievi del CFP P. Marcolini di potenziare ulteriormente lo sviluppo di competenze professionali attraverso la formazione tecnico – pratica, che già a partire dal 1° anno di corso rappresentano oltre il 50% delle ore di formazione.

All’interno della struttura prenderà inoltre forma nei prossimi mesi il laboratorio di meccanica, che accoglierà gli studenti iscritti al corso per operatore meccanico, in partenza a partire dal prossimo anno scolastico. Un nuovo profilo volto alla formazione di operatori qualificati che al termine del percorso formativo saranno in grado di eseguire lavorazioni di costruzione e assemblaggio, manutenzione e revisione di parti meccaniche, eseguire tutti i processi di lavorazione dei metalli, sulla base di disegni e cicli di lavorazione predisposti, utilizzando macchine utensili tradizionali, semiautomatiche o a controllo numerico computerizzato.

Un profilo in uscita articolato, che sarà in grado di operare in imprese di produzione manifatturiera del settore meccanico di grande, media e piccola dimensione ed entrare nei processi di lavorazione di carpenteria, tornitura, alesatura, fresatura, laminazione, trafilatura, rettifica, foratura, assemblaggio, collaudo finale, con competenze tecniche nel disegno meccanico e nella sua lettura.

Il neo Consigliere Delegato della Fondazione e Direttore del CFP Luca Melino ha ribadito “l’importanza di investire in laboratori e strumenti sempre più strutturati per garantire agli studenti la possibilità concreta, insieme ai tirocini di oltre 400 ore in azienda, che i ragazzi svolgono a partire dal 2° anno, di acquisire competenze realmente spendibili nel mondo del lavoro”

La nuova struttura, la cui ultimazione è prevista nel mese di aprile 2015, verrà presentata al territorio nei prossimi mesi e sarà attiva a partire da settembre 2015.

Comments

comments

LEAVE A REPLY