Festa dell’Opera: eccellenza bresciana alla Borsa del Turismo

0

La Festa dell’Opera approda alla BIT Borsa Internazionale del Turismo a rappresentare l’eccellenza e l’originalità dei progetti bresciani nel mondo.

Contestualizzati all’interno delle iniziative “Brescia Experience”, tre saranno gli interventi a sorpresa che animeranno nell’arco della giornata i padiglioni della Fiera di Milano che accoglie nei prossimi giorni operatori turistici provenienti da ogni continente, oltre ad un numeroso pubblico di visitatori, appassionati di viaggi, televisioni e stampa.

La Festa dell’Opera è uno degli eventi più innovativi e coinvolgenti realizzati dalla Fondazione del Teatro Grande di Brescia: un disegno culturale di ampio respiro, unico in Italia, che per la sua importante valenza educativa ha ricevuto il prestigioso Premio Filippo Siebaneck nell’ambito dei Premi Franco Abbiati della critica musicale italiana.

La Festa dell’Opera è un festa che accompagna grandi e piccini, melomani e non, in suggestivi percorsi nel mondo dell’Opera e che anche quest’anno, dal mattino alla mezzanotte, farà risuonare l’intera città sulle note delle più celebri melodie della tradizione operistica italiana, coinvolgendo decine di migliaia di persone. L’obiettivo è quello di aprire l’Opera a tutti e portare il fascino del melodramma tra le vie della Città. La prossima edizione, in programma per sabato 19 settembre 2015, coinvolgerà 300 artisti, 100 persone dell’organizzazione, più di 50 luoghi della città e coinvolgendo, come nelle scorse edizioni, oltre 40.000 persone. Una festa popolare che porta il melodramma nelle strade, nelle piazze, nelle fabbriche, nei luoghi del sociale, nei mercati, nelle case, fuori dai luoghi canonici ad essa tradizionalmente adibiti, a diretto contatto con un nuovo pubblico che si cercherà di coinvolgere attivamente, anche entrando nella sfera del quotidiano e favorendo l’incontro e l’integrazione fra le persone.

Un evento di eccezionale attrattività che proprio nell’anno di EXPO 2015 potrà essere uno degli elementi più forti in grado di richiamare sul territorio bresciano il flusso turistico nazionale e internazionale.

Si ringrazia la Guido Berlucchi & C S.p.A per il sostegno a tutti gli eventi Brescia Experience all’interno di BIT 2015.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ecco, l’essenza del tutto sarebbe portare l’opera lirica "fuori dai luoghi canonici ad essa tradizionalmente adibiti". E quale sarebbe il "valore aggiunto" ? L’opera che diventa popolare e non elitaria ? Vien da ridere. Ci si dimentica, per citare Brescia, che negli anni cinquanta e sessanta persino i poverissimi roncari, che non avevano una camicia pulita o un paio di scarpe, facevano la coda per assistere al Grande, anche se in loggione, alle rappresentazioni liriche. Non solo, ma conoscevano a memoria trama, musica, testi, romanze di ciò che andavano a sentire e veder rappresentato. Non è cambiare il luogo (con un misto di demogagogia e populismo infarcito di utopie come socializzaizone e condivisione) che modifica lo scenario e gli obiettivi, ma sono la prgressa diffusione artistica e le conoscenza di base a decretare la sopravvivenza di uno dei fiori all’occhiello della tardizione italiana come appunto l’opera lirica. Pazienza.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome