Ospitaletto, Burato contro Antonini: lascia solo perché non è stato nominato in giunta

0

Acque agitate nella maggioranza di centrosinistra che governa il Comune di Ospitaletto. Con una nota infatti Claudio Burato, capogruppo di Insieme per Ospitaletto, commenta l’uscita dalla sua compagine dei consiglieri Antonini e Donfrancesco, rivolgendosi in particolare al primo e accusandolo – nemmeno troppo tra le righe – di aver compiuto questa scelta per la mancata nomina ad assessore.

ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

Apprendiamo dal volantino distribuito giorni scorsi e dalla stampa locale che i consiglieri Antonini e Donfrancesco, eletti nella lista INISEME PER OSPITALETTO – SARNICO SINDACO han deciso di non voler più parte del gruppo omonimo, dichiarandosi liberi di decidere di volta in volta le posizioni da prendere. Ad entrambi diciamo che la porta è sempre aperta. Così come ricordiamo ad Antonini che è stato eletto alla carica di Consigliere Comunale, non di Assessore. La legge dal ’94 prevede che con le elezioni i cittadini scelgano Sindaco e Consiglieri Comunali, attribuendo al primo cittadino la nomina (non l’elezione) degli Assessori. Ricordiamo che per i comuni oltre i 15mila abitanti, TUTTI gli assessori devono per legge essere esterni. E ad Ospitaletto siamo in 14500. Cosa sarebbe successo se tutti noi, consiglieri comunali come Antonini eletti, ci fossimo comportati così, uscendo dal gruppo consigliare nel quale eravamo candidati e con il quale abbiamo chiesto la fiducia ai cittadini, solo perché non siamo stati nominati assessori? Non vorremmo pensare che, siccome sia stata "tolta" la poltrona ad Antonini, sia in atto una sorta di ripicca. E’ tempo di dire basta al triste teatrino della politica (cui purtroppo assistiamo tramite i tg), dove si formano gruppi difformi dalle liste nei quali si è candidati, solo per esercitare un potere ricattatorio e personale. Nel gruppo consigliare INSIEME PER OSPITALETTO ci sono consiglieri che da anni si occupano di politica locale (non dal 2011 come Antonini) e che sono passati dai banchi dell’opposizione alla Giunta leghista di Prandelli (posizione nella quale hanno ricevuto spesso insulti per 5/10 anni) e che oggi sostengono con lealtà il sindaco Sarnico e l’operato della maggioranza senza per questo pretendere un ruolo di assessore. Crediamo che si possa in questo modo, da consiglieri, contribuire al bene della comunità. A conclusione vengono in mente le frasi dell’ultimo segretario del PD Pierluigi Bersani, caro al consigliere Antonini, circa le priorità che un politico deve sempre avere a cuore "Prima il Paese, poi il Partito e solo infine e ambizioni personali di ciascuno"

A nome del groppo Consiliare Insieme per Ospitaletto Il capogruppo Claudio Burato   

Comments

comments

1 COMMENT

  1. veramente Bersani esortava ad occuparsi per prima cosa della "ditta": cioè il partito, poi delle ambizioni personale…..poi viene tutto il resto.

LEAVE A REPLY