L’assessore Cappellini: Pedrini sarà il testimonial del sito Unesco di Brescia

0

Omar Pedrini sarà il volto del video che promuoverà il sito Unesco di Brescia in vista di Expo. Allo stesso modo, ciascuno dei dieci spazi lombardi identificati come patrimonio dell’umanità avrà un testimonial locale d’eccezione. Ad annunciarlo è stata questa mattina l’assessore regionale Cristina Cappellini, accompagnata – nel corso del “Lombardia Unesco Tour’’ – proprio dall’ex leader dei Timoria.

“Per un Patrimonio profondamente radicato nelle origini della nostra Lombardia – ha spiegato l’assessore – era necessario un testimonial legato in modo particolare al territorio, per poterlo valorizzare al meglio, anche in termini di identità e affettività. Non potevamo, quindi, che scegliere un grande artista come Pedrini, conosciuto e apprezzato in tutta Italia e anche all’estero, ma che conserva da sempre un forte rapporto con il suo territorio e le sue origini”.

Nel Bresciano, lo ricordiamo, i siti Unesco sono due. Da una parte quello dedicato all’arte rupestre della Val Camonica (Patrimonio Mondialedal 1979), primo sito italiano ad entrare nella lista. Dall’altra il complesso di Santa Giulia, in città, inserito nel 2011 all’interno del sito seriale "I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568–774 d.C.)".

"Nel sito seriale – ha ricordato l’assessore – rientrano il complesso monastico di San Salvatore-Santa Giulia a Brescia, oggi sede del Museo della città, con l’adiacente complesso archeologico monumentale del Capitolium, e il castrum di Castelseprio-Torba (Varese), che conserva significativi esempi di architettura militare, con la rinomata chiesa di Santa Maria foris portas. Brescia e Varese dunque – ha aggiunto Cappellini – rappresentano i custodi della nostra storia Longobarda, una storia importante che anche noi, come Regione Lombardia, abbiamo voluto valorizzare facendo da capofila al nuovo Centro Studi Longobardi, che ha visto la nascita lo scorso anno, grazie a un accordo tra Regione Lombardia, le Province di Brescia e Varese e i Comuni di Brescia, Castelseprio e Gornate Olona”.

“Negli ultimi anni – ha spiegato l’assessore – l’area del Capitolium e del complesso di Santa Giulia a Brescia sono stati oggetto di numerosi finanziamenti da parte del mio Assessorato. Nel 2013 – ha sottolineato l’assessore regionale – con il bando per le aree archeologiche e i siti Unesco, è stato erogato al Comune di Brescia un contributo di 185.000 euro per gli interventi strutturali finalizzati alla musealizzazione del Santuario Tardo Repubblicano e, nel bando 2014, è stato concesso un ulteriore contributo di 49.000 euro per strumenti di conoscenza e valorizzazione del medesimo. Nell’ambito del Progetto ‘Eccellenze culturali in Lombardia’, finanziato dal MiBACT, – ha aggiunto l’assessore Cappellini – sono poi stati destinati al Comune di Brescia 240.109 euro per la realizzazione di ulteriori interventi di riqualificazione dell’area del Capitolium”

“Sono stati inoltre investiti – ha proseguito l’assessore – ulteriori 300.000 euro per gli interventi sull’area del Capitolium connessi alla mostra archeologica ‘Brixia, Roma e le genti del Po. Un incontro di culture’ che si svolgerà dall’8 maggio 2015 al 15 gennaio 2016. Sarà una mostra di livello internazionale – ha concluso l’assessore Cappellini – che rientra tra le principali iniziative della Regione per Expo in ambito culturale”.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY