Domenica a Adro una camminata solidale per promuovere la vita

0
Bsnews whatsapp

Una camminata solidale che può cambiare l’esistenza. Si chiama Muovi la tua vita l’iniziativa in programma domenica 1 marzo alle 9.30 a Adro, con partenza e arrivo in via Cairoli 29, organizzata dall’associazione Anastasis in collaborazione con il gruppo Rosa associati e la Fiasp. Due i percorsi possibili, da 2,5 e da 5 chilometri; l’iscrizione è a offerta libera, a partire dalle 9, e comprende l’assicurazione. Ai partecipanti sarà dato in omaggio uno zainetto e una bottiglietta d’acqua; al termine ristoro per tutti. Per ulteriori informazioni basta contattare i numeri 3347591242 o 3347128118 o scrivere a info@associazioneanastasis.it . La camminata rientra in un progetto più ampio che, finalizzato a promuovere uno stile di vita attivo orientato al benessere, vuole enfatizzare gli effetti positivi dello sport sia sullo stato di salute, sia sullo sviluppo dei rapporti sociali, sull’equilibrio psicologico, sull’umore e sui livelli di autostima. Benefici che possono raggiungere anche chi ha affrontato malattie gravi, come un tumore, perché in questi casi l’attività fisica funge da pratica terapeutica. Non a caso il progetto nasce da un’idea dell’associazione adrense Anastasis, fondata nel 2006 da tre amiche che hanno vissuto insieme l’esperienza di un cancro e, avendo tratto beneficio dal sostegno reciproco, hanno deciso di adoperarsi per aiutare i malati di tumore e i loro famigliari. Alla camminata solidale di domenica 1 marzo, aperta a tutti, seguirà a partire dal 10 marzo l’organizzazione di un gruppo di cammino che, accompagnato da personale qualificato, si troverà il martedì e il giovedì alle 14.30, con possibilità di uscita serale con orari da concordare. Il progetto dell’associazione adrense è stato presentato a fine gennaio nella sede dell’azienda agricola Contadi Castaldi, dove sono intervenute, portando la loro straordinaria testimonianza, due partecipanti all’iniziativa della Fondazione Veronesi #NothingStopsPink, che ha coinvolto un gruppo di donne operate di tumore alla mammella in un fitto programma di allenamento, riuscendo a portarne dieci alla Maratona di New York 2014. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI