Final Four di Coppa Italia, l’An Brescia pronta alla sfida

0

Con grande determinazione, l’An Brescia si avvicina all’appuntamento con la prima prova senza appello della stagione: venerdì e sabato, nella piscina di Sori, andrà in scena l’edizione 2015 della Final Four di Coppa Italia, e, in casa An, ci sono tutte le intenzioni di regalarsi la prima soddisfazione dell’anno. Il trofeo tricolore sarà conteso dalle prime quattro forze della serie A1, ovvero, oltre al sette di Sandro Bovo, i padroni di casa – nonché detentori del titolo e, ancora una volta, favoriti – della Pro Recco, la Carpisa Yamamay Acquachiara e la Bpm Sport Management. Dunque, in acqua le attuali migliori realtà della pallanuoto nazionale per una serie di sfide che promettono emozioni e spettacolo; nel dettaglio, il venerdì, giornata delle semifinali, il programma prevede, alle 18, il match tra Recco e Acquachiara, e, alle 19.30, quello tra An e Sport Management (entrambe le partite avranno la diretta televisiva su Rai Sport 2). Sabato, le finali: alle 15, la sfida per il gradino più basso del podio, e, alle 19, la finalissima (con diretta tv su Rai Sport). Per provare a cancellare la delusione dell’anno scorso (la prova sotto tono nella finale disputata a Mompiano, venne sfruttata al meglio dal Recco), Presciutti e compagni dovranno prima sfoderare tanta grinta e notevoli qualità tecniche per imporsi sullo Sport Management, avversario di tutto rispetto che, già in campionato (nell’ultimo turno d’andata), ha dimostrato di saper creare grossi problemi (a Monza, i ragazzi di Bovo la spuntarono di un solo gol). Sia per le ambizioni di imporsi ai vertici della pallanuoto italiana, sia per l’indubbio valore dell’organico, la squadra di Gu Baldineti farà di tutto per guadagnarsi il diritto di giocare la seconda partita di sabato; alla luce di tutto questo, per l’An si prospetta un altro duro test e le calottine bresciane non risparmieranno energie – sia fisiche che mentali – per fare fronte alle difficoltà.

«Arriviamo al primo vero esame della stagione – dichiara il presidente dell’An, Andrea Malchiodi -, all’assegnazione del primo titolo, e l’obiettivo è vincere, il piazzamento non conta. Ad ogni buon conto, non ci consideriamo già in finale: sappiamo bene che sarà durissima proprio a partire dalla semifinale dove incontriamo un avversario che conosciamo bene e che ci ha già fatto penare parecchio in campionato, così come ha già messo in serie difficoltà il favoritissimo Recco. Con lo Sport Management sarà fondamentale tenere la massima concentrazione per tutti e quattro i tempi: contro il team veronese, abbiamo tutto da perdere per cui dovremo giocare con tutta la convinzione e la tranquillità necessarie per colpire al momento giusto e per chiudere ogni varco».         

Comments

comments

LEAVE A REPLY