Nel 2014 tre milioni di passeggeri in più sulla metro e due milioni in meno sui bus

5
Bsnews whatsapp

La cifra-obiettivo dei 50 milioni di passeggeri l’anno per il trasporto pubblico locale cittadino è molto vicina: nel corso del 2014 le corse complessive tra autobus e metropolitana hanno toccato quota 48 milioni e 724mila.

A due anni dall’entrata in vigore della metropolitana leggera (la festa è in programma per domenica, leggi la notizia) i biglietti staccati continuano ad aumentare. A commentare i dati è lo stesso primo cittadino che si dice estremamente soddisfatto del traguardo dei 27milioni di corse effettuate sulla metro in due anni, 12 milioni il primo anno e 15 milioni e 167mila il secondo.

A rendere ancora più positivo il dato c’è il fatto che la metro lentamente strappa viaggiatori ai bus, che seppur siano sempre più ecologici grazie all’ammodernamento del parco macchine (leggi la notizia) inquinano più della metro e contribuiscono a rendere più ingolfato il traffico. Secondo i dati di Brescia Mobilità, commentati ieri da Del Bono e dal presidente di Metro Brescia Ettore Fermi, la metro nel 2013 ha strappato ai bus 5,5milioni di passeggeri, ed altri 2 milioni nel 2014.

Del Bono dichiarandosi soddisfatto dei dati presentati non nasconde le difficoltà di far quadrare i conti, ma ugualmente trova spazio per guardare al futuro con ottimismo: «oggi siamo in condizioni di trovare l’equilibrio economico finanziario che renderà sostenibile lo sforzo, ridimensioneremo il patrimonio comunale per nuovi investimenti nella consapevolezza che beni infrastrutturali come la metro sono decisivi per il futuro, in grado di restituirci un’area metropolitana ultracompetitiva, capace di attrarre popolazione e capitali e di competere con le grandi metropoli».
(Red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

5 COMMENTI

  1. Provo a fare quattro conti della serva sui ricavi metro in qs 2 anni 12+15= 27 milioni di biglietti venduti(sono qui compresi i milioni di portoghesi ? ipotizziamo di no ). Tolti i costi di gestione diciamo che l’introito netto, abbondando, possa essere di 1 euro…ipotizziamo che a regime tra qualche anno i biglietti ed i relativi ricavi siano di 18 mln . Sempre in modo grossolano ma giustamente indicativo se dividiamo il costo della metro di 1 mld per 18 otteniamo 56 anni necessari a recuperare l’investimento…Dic iamo, se sono stato minimamente accettabile nei conteggi, che Corsini a differenza dei politici che guardano solo all’oggi, ha guardato mooolto mooooolto lontano….la conclusione riferita alla città ed ai bresciani tiratela voi…..
    PS1 : dai ricavi va però tolto il mancato ricavo dovuto al contestuale calo dei biglietti autobus ipotizziamo a regime in 3-4 milioni: questo fa calare i ricavi a 15 mln per cui gli anni per il recupero diventano 67-70
    PS2: se i dati sono palesemente contestabili fatelo presente…

  2. Gli strateghi "incagregati" che hanno pianificato finanziariamente il giocattolino metro, se avessero interpellato mia nonna contadina e te, avrebbero suggerito ai politici di allora (e attuali), pure "incagregati", di desistere o pensare a qualcosa di alternativo e meno irrimediabilmente soffocante.
    Manica di slambrutù. IH

  3. Alla fine del 2013, l’associazione "I SOLDI DI TUTTI centro d’informazione ai cittadini" ha calcolato, utilizzando dati forniti dall’ing. Medeghini di Bs Mobilità, che l’incasso di biglietti e abbonamenti, corrisponde a circa 0,30 € per corsa.

  4. A Torino nel 2013 ipotizzavano il pareggio di bilancio del loro Metrò (lungo 13,5Km come quello di Bs) grazie a 100.000 viaggiatori al giorno. Brescia con 40.000 viaggiatori al giorno come può sperare di avere un pareggio di bilancio? Aumentando le tasse o tagliando i servizi, facendoli pagare a tutti i cittadini bresciani, anche quelli che il Metrò NON LO POSSONO USARE, visto che passa in 9 quartieri sui 33 della città?

  5. Non capisco dove il Sindaco trovi i motivi di ottimismo. A fronte di ricavi della metropolitana per circa 15 milioni di euro si spendono 6 milioni solo per l’assicurazione. I conti sono catastrofici, tanto che per tamponare si è fatta l’assurda scelta di svendere un pezzo di A2a. Del Bono gongola? Ma si rende conto di come siamo conciati? Non solo, fanno pure una festa di compleanno al metrò: sembra il Titanic.

RISPONDI