Trentottenne ubriaco corre sulla Brebemi per 50 chilometri senza una gomma

0

Era talmente ubriaco che, dopo aver distrutto l’automobile sulla tangenziale sud di Brescia, si è immesso sulla Brebemi ed è riuscito a viaggiare per 50 chilometri senza accorgersi che gli mancava una gomma.

E’ successo domenica mattina intorno alle 8 e il protagonista è un 38enne di Pavia. Stava sfrecciando sulla tangenziale Sud quando ha urtato il guardrail sfasciando fari, paraurti e perdendo una ruota. Come se nulla fosse, in piena ebrezza da alcool, ha proseguito il suo camino fino al casello di Chiari Est dove ha centrato lo spartitraffico del casello perdendo la gomma.

Senza demordere ha proseguito la sua corsa immettendosi sulla Brebemi e segnando pesantemente l’asfalto per 50 chilometri a causa del cerchione che toccava il manto stradale. All’altezza di Lisciate però la Polstrada si è accorta della sua folle corsa e l’ha fermato. Nel sangue aveva 3,94 microgrammi di alcool per litro, pericolosamente vicino al coma etilico.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. la polstrada dovrebbe avere a disposizione un piccolo inceneritore portatile, utilizzabile per eliminare ogni traccia di patente a gente come questa. gente che ovviamente per il resto della vita si muoverà con mezzi alternativi all’auto/moto/scoote r/Garelli…

  2. gli dovevano fornire subito una sedia a rotelle dopo i papinoni presi per —- rianimarlo , così se ne sta a pavia e gettarsi ubriaco nel ticino ….se mai

  3. Un eroe! A questi individui andrebbe immediatamente consegnata la Vittoria Alata. Come al solito qui sotto la tiritera dei pesantoni del clero bresciano…PRETASU’

  4. @16,42: ti assolvo per i tuoi peccati caro il mio PRE TA SU’. Un individuo che raggiunge tali vette (3,94 di tasso alcoolico) non puo’ che creare simpatia ed entusiasmo in noi comuni mortali. Ma ecco che i rigidoni commentatori di bsnews subito inneggiano alla santa inquisizione (tranne quando poi vengono colti in divieto di sosta o in leggero eccesso di velocita’). Ma fatevela una risata ogni tanto RIGIDONI!

  5. Un idiotas che va in giro in macchina rischiando di ammazzare altra gente, magari un tuo famigliare, potrà anche ispirare simpatia, ma che credo solo in altri idiotis.

  6. Quando uno mette a repentaglio la vita degli altri pensare che possa esser oggetto di simpatia ed entusiasmo fa rabbrividire. Già, fa parte di questi tempi senza regole, senza etica, senza rispetto per gli altri, senza scrupoli, senza ideali, senza cervello. Ecco, soprattutto senza cervello.

  7. Proporrei di concedere a questo signore l’iscrizione gratuita alla prossima Millemiglia. Uno che ciucco come un’aola riesce a guidare per decine di chilometri, addirittura senza una ruota e poi (secondo l’articolo) senza un’altra gomma, imbroccando la strada per tornare a casa è un asso del volante!

  8. mi piacerebbe vedervi quando lo incontrate sulla vostra strada, magari contromano, questo individuo, e con tutta la vostra bella famiglia a bordo con voi… poi vediamo se siete ancora entusiasti, paiàsi!

  9. Esatto, lo proporrei in coppia con Stradivarius alla prossima Mille Miglia. Sempre che non rabbrividisca al solo pensiero. Mammamia che PESANTONI

LEAVE A REPLY