Società, Loggia pronta alle nomine: per Brescia Mobilità spunta l’ipotesi Scarpa

0
Bsnews whatsapp

All’indomani del termine di scadenza per la presentazione delle candidature per il nuovo consiglio d’amministrazione di Brescia Mobilità, è già toto nomi. Sul tavolo della Loggia sono arrivate 34 candidature e il sindaco Del Bono avrà venti giorni di tempo per prendere la sua decisione e assegnare un nome ad ognuno dei cinque in forza nel Cda della partecipata.

Nella rosa dei candidati spiccano in particolare due nomi: quello dell’attuale presidente di Brescia Mobilità, Valerio Prignachi che ha scelto di ricandidarsi e quello (nuovo e ipotizzato dal Giornale di Brescia) di Carlo Scarpa, professore ordinario di Economia Politica all’Università di Brescia. Quest’ultimo ha curriculum professionale di tutto rispetto con collaborazioni nazionali e internazionali di grande prestigio, dalla Banca d’Italia fino alla John Hopkins University, passando per a Cambridge e York. Dall’altra parte il suo diretto “competitor” è l’uomo di Brescia Mobilità, già formato al ruolo. A quanto pare però, se il sindaco dovesse propendere per la riconferma di Prignachi dovrebbe fare i conti con il suo partito dove non tutti sono favorevoli alla sua nomina.

Il sindaco si guarda bene dal far trapelare la propria preferenza, anche se quest’oggi sulla sua pagina Facebook ha deciso (più o meno consapevolmente) di condividere con gli amici della rete l’articolo firmato dalla cronista del Giornale di Brescia dove si fa riferimento alla probabile nomina di Scarpa.

Ma quella di Brescia Mobilità non è l’unica partita che si gioca a palazzo. La Loggia dovrà scegliere anche il presidente della Centrale del Latte, per la quale manca solo l’ufficialità alla riconferma di Franco Dusina. Per quanto riguarda, invece, Immobiliare Fiera Spa la scelta sarà tra 17 candidati, che salgono a 53 per la nomina di presidente, due membri effettivi e i due supplenti del Collegio sindacale di Bs Infrastrutture.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. non cponosco scarpa ma so quel che ha fatto prignachi e non ha fatto male, anzi. Io riconfermerei lui, i tecnici universitari mi gfanno paura. Di solito hanno poco senso della realtà

  2. non basta l’assessore al bilancio, professore, adesso anche il presidente di BS mobilità. Ma sti prof.non lavorano…. e poi che strano contro Dusina nessun Prof. si è candidato, non sarà perchè Dusina è di sinistra mentre Prignacchi no, per cui ecco il candidato autorevole che spunta?

  3. I commenti sono certamente tutti giusti e sinceri. Ma la verità è che le nomine, che prima transitano in teoria atraverso una commissione di valutazione a sua volta nominata da chi vince l’ultima tornata elettorale, sono esclusivamente in capo al Sindaco. Che "consulta" prima il suo schieramento politico e poi i suoi alleati. Per cui, l’intento è da sempre uno solo: quello di non scontentare il proprio partito ed accontentare più fedelissimi possibili, come del resto vuole il manuale Cencelli. E così sarà anche questa volta. Tranquilli, nessuno scalpore e nessuno stupore.

  4. grandi curriculum…. poi se vedete se hanno mai condotto una azienda ecco che cadono come mele mature dall’albero! Abbiamo già visto il professore al bilancio che cantonata ha preso sui mutui….
    Certo Dusina non è professore anzi parla spesso e volentieri il dialetto della valletrompia ma vorrei vedere quale eminente dottore e professore di università italiana o straniera saprebbe fare di meglio……..
    una volta una pubblicità diceva "meditate gente, meditate…"

  5. Prignachi è il classico uomo di partito. Che abbia fatto bene è tutto da dimostrare. Fra lui e Medeghini, per il solo posteggio di piazza Arnaldo con costi lievitati del 60%, meriterebbero altro che le riconferme o le promozioni. Scarpa ha ben altro spessore rispetto a Panteghini….

RISPONDI