La festa delle donne al Santa Giulia: due amiche, un solo biglietto

0
Bsnews whatsapp

Domenica 8 marzo nel Museo di Santa Giulia si terranno due iniziative dal titolo Schiave matrone e imperatrici” e “Nella lingua dei segni”. In occasione della Giornata Internazionale della Donna, sarà offerto, a fronte di un biglietto pagato, un biglietto di ingresso omaggio a tutte le donne che visiteranno il museo con un’amica. Negli ambienti del museo gli spettatori saranno accompagnati in itinerari particolari, illustrati attraverso il linguaggio teatrale. Il pubblico potrà assistere ad azioni, letture e narrazioni che seguiranno un canovaccio ispirato a recondite vicende della storia cittadina, spesso suggerito da dettagli, come uno scorcio d’ambiente, una postura o un’espressione dello sguardo. L’intento è promuovere il museo come luogo dove sostare e assaporare con piacere la dimensione degli spazi e la preziosità delle opere per rendere l’esperienza della visita stimolante e ricca di nuove suggestioni. 

La prima iniziativa, intitolata Schiave matrone e imperatrici, è in programma alle 14.30. Si tratta di una visita teatralizzata nel corso della quale sarà trattato largomento dell’emancipazione femminile in epoca romana, descritta come un processo lento e accettato nella società con molta difficoltà: gli uomini romani, pur non essendo così misogini come i greci, preferivano donne sottomesse. Lo storico romano Tito Livio, ad esempio, consiglia di non concedere troppi diritti alle donne, perché esse quando saranno uguali saranno superiori”. Nel corso del suggestivo itinerario, che affronta un tema al confine tra la storia dell’arte e la storia del costume, l’attenzione sarà focalizzata su alcune figure femminili dell’epoca romana, analizzando le testimonianze conservate nel museo. La durata prevista della visita è un’ora e quindici minuti circa. Costo: 10 euro gli adulti, 7,50 euro gli over 65 e ragazzi dai 14 ai 18 anni, 3 euro ragazzi fino ai 13 anni.  

Alle 15, invece, si svolgerà “Nella lingua dei segni, particolare appuntamento che periodicamente viene proposto nella giornata di domenica: saranno realizzate alcune visite tematiche, dedicate a gruppi di persone sorde e sordomutecondotte nella lingua italiana dei segni (Lis) da un informatore sordo con funzioni di mediazione, appositamente formato sul patrimonio museale bresciano. L’iniziativa, rivolta a gruppi di non più di 10-15 persone, ha una durata prevista di due ore. Costo: servizio su prenotazione e gratuito. Ingresso al museo 3 euro.

Nell’occasione si terrà, come di consueto, anche l’iniziativa “A porte aperte. Il Museo accessibile”. Si tratta di servizi permanenti dedicati alle persone con disabilità motoria, sensoriale e cognitiva ma anche a chi non ha l’abitudine di frequentare il museo. I percorsi sono finalizzati a favorire l’accoglienza nei musei bresciani, l’accessibilità alle collezioni e la conoscenza del patrimonio storico artistico della città in ottemperanza ai principi di uguaglianza delle opportunità culturali.  

Per tutte le iniziative si consiglia la prenotazione al Centro Unico Prenotazione030.2977833/834.

Per informazioni: www.bresciamusei.com, www.rinascimento.bresciamusei.com,  

www.donate.bresciamusei.com


Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI